Milan

Stadio Inter-Milan, possibile novità: Investcorp pensa ad un impianto tutto rossonero

Stefano Bertocchi
Gordon Singer e Paolo Scaroni a San Siro
Gordon Singer e Paolo Scaroni a San Siro / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Salta il progetto dello stadio in comune tra Inter Milan? Si tratta di un'ipotesi da non scartare, riferisce oggi tra le sua pagine La Gazzetta dello Sport. Secondo il quotidiano i nuovi proprietari dei rossoneri starebbero pensando proprio a costruire un impianto senza condivisione, ma solo dedicato al Diavolo.

Si tratterebbe di un impianto di proprietà esclusiva, non da condividere. "Questa è la novità che al momento in Grosvenor Street nessuno può confermare in via ufficiale, ma che è in linea con le logiche manageriali di Alardhi e della società - si legge sulla rosea -. Investcorp sa bene, ovviamente, dell’esistenza di un progetto condiviso con l’Inter e, anche per il rispetto di cui si diceva prima, si siederà al tavolo con il club nerazzurro senza alcuna preclusione o pregiudizio". Però nella testa di Alardhi non ci può essere la condivisione dello stadio, un luogo che considera di culto per i tifosi.

Si tratta di una visione diversa rispetto a quella mostrata da Elliott negli ultimi anni. Durante il recente evento organizzato da IlFoglio, Paolo Scaroni si è esposto sulla questione spiegando che "non stiamo pensando di andare a 50 km da Milano, sarebbe una zona che i milanesi considerano parte della loro città. Ogni giorno che passa l'ipotesi diventa sempre più realistica. Dopo 1000 giorni, dopo aver rinunciato alle volumetrie che ci concedeva la legge sugli stadi, siamo disposti a fare anche il dibattito pubblico. Mi auguro che dopo il dibattito smetti di essere il progetto di Milan e Inter e diventi un progetto della città di Milano. Il Comune deve volere fortemente questo progetto e lo deve volere in tempi rapidi. Mi auguro che il dibattito pubblico sia l'ultimo step. Appena avremo il progetto esecutivo approvato noi partiamo. Che sia a San Siro o altrove".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit