Serie A

Stadi aperti ma obbligo di mascherina FFP2: le decisioni dalla cabina di regia

Antonio Parrotto
Tifosi
Tifosi / Martin Rose/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il calcio, almeno per ora, è salvo! Si può continuare ad andare allo stadio, scongiurata l'ipotesi degli stadi chiusi e della riduzione della capienza. Le prime indicazioni che arrivano dalla cabina di regia sulle restrizioni per arginare la variante Omicron sono favorevoli ai club e ai tifosi.

Stadi aperti al 75% della capienza. Ci sarà però una novità: è previsto l'obbligo di mascherina FFP2, anche all'aperto e anche in zona bianca, per assistere agli eventi sportivi, partite di campionato comprese, oltre che per andare al cinema, a teatro o viaggiare sui mezzi di trasporto pubblico.

FC Internazionale v Cagliari Calcio - Serie A
Tifosi Inter / Giuseppe Bellini/GettyImages

Da valutare ancora l'obbligo di tampone per chi non ha ancora la terza dose di vaccino. Intanto il mondo del calcio, la Serie A in particolare, sorride. Così come il Sottosegretario allo sport Valentina Vezzali, che aveva a lungo lavorato in questa direzione: "Sono soddisfatta della proposta, da me caldeggiata, discussa dalla cabina di regia di stamattina di adottare l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 per assistere agli eventi sportivi. In attesa delle decisioni del Consiglio dei Ministri, mi rivolgo alle società sportive e agli organizzatori degli eventi affinché vengano intensificati i controlli per contrastare il propagarsi del contagio e scongiurare eventuali e conseguenti misure di restrizione".


Segui 90min su Instagram!

facebooktwitterreddit