Spezia, il guizzo di Piccoli non basta. Hakimi e Lukaku fanno volare l'Inter: 2-1 a San Siro

Alessio Eremita
MARCO BERTORELLO/Getty Images
facebooktwitterreddit

Game, set, match. L'Inter conquista la sesta vittoria consecutiva in Serie A archiviando la pratica Spezia, battuto per 2-1 grazie alle reti di Hakimi e Lukaku su rigore, e restando sulla scia del Milan al secondo posto in classifica.

PRIMO TEMPO

Marco Luzzani/Getty Images

Nonostante il risultato rotondo, la prima frazione di gioco dei nerazzurri è totalmente da cancellare. Errori individuali e imprecisioni a livello tattico facilitano le intenzioni di uno Spezia ben organizzato in campo e a tratti propositivo, senza assumersi comunque troppi rischi in fase difensiva. L'unica vera occasione si manifesta al 10' con la conclusione a giro di Young, bravo a ubriacare due avversari con un dribbling ma non abbastanza per superare Provedel, reattivo nella parata. Gli sbocchi per la squadra di Conte si riducono con il trascorrere dei minuti, i liguri prendono le misure e recano qualche grattacapo a Handanovic, costretto a un doppio intervento su Deiola e Acampora.

SECONDO TEMPO

MARCO BERTORELLO/Getty Images

Nell'intervallo i primi segnali di svolta. Uno spento Gagliardini resta negli spogliatoi per far spazio a Sensi e, a una manciata di minuti dall'inizio della ripresa, l'Inter sblocca il risultato grazie al siluro di Hakimi, involatosi verso la porta rivale su ottima imbucata di Lautaro Martinez. Lo Spezia non si scompone e studia nuove soluzioni per recuperare la partita, ma al 68' si concretizza in favore dei nerazzurri la possibilità di chiudere virtualmente i giochi: cross di Sensi, Nzola devia il pallone con il braccio e l'arbitro Fabbri indica il dischetto. Sulla mattonella degli undici metri si posiziona Big Rom, che spiazza Provedel e fa 2-0. Allo Spezia, per via della lodevole prestazione offerta a San Siro, viene concesso il premio di consolazione: in pieno recupero, il neo entrato Piccoli trafigge Handanovic e accorcia le distanze. Ma il tempo a disposizione è ormai terminato.

INTER-SPEZIA 2-1: IL TABELLINO DEL MATCH

MARCO BERTORELLO/Getty Images

MARCATORE: 51' Hakimi, 71' rig. Lukaku, 93' Piccoli.

INTER (3-5-2): Handanovic 6; Skriniar 6.5, de Vrij 6, A. Bastoni 6; Hakimi 7 (80' Darmian sv), Barella 6, Brozovic 5 (66' Vidal 5.5), Gagliardini 5.5 (46' Sensi 6.5), Young 6.5 (80’ D’Ambrosio sv); Lautaro 6, Lukaku 6.5 (80' Perisic sv). Allenatore: Conte.

TOP:

Hakimi, inarrestabile quando ha spazio e viene servito in profondità. Una partita in crescendo dopo un avvio non eccezionale, nella ripresa cambia tutto.

Sensi, prova incoraggiante fin dal suo ingresso in campo, porta al rigore e aggiunge tanto alla manovra offensiva nerazzurra.

FLOP:

Gagliardini, qualche difficoltà di troppo di fronte al centrocampo schierato da Italiano, Sensi di certo non lo fa rimpiangere nella ripresa.




SPEZIA (4-3-3): Provedel 5; Vignali 5.5, Ismajili 6, Terzi 6, S. Bastoni 6.5; Deiola 5.5 (72' Agudelo 6), Ricci 5.5, Mora 5.5 (72' Maggiore 6); Acampora 6 (91' Mastinu sv), Nzola 5.5 (79′ Piccoli 6.5), Gyasi 5.5 (79' Farias 5.5). Allenatore: Italiano.

ARBITRO:  Fabbri di Ravenna.

AMMONITI: Brozovic, Conte, Nzola, Terzi.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!

facebooktwitterreddit