Spalletti (post gara Sampdoria) ha parlato dei rigoristi e delle condizioni di Kim

La redazione di 90min
Luciano Spalletti
Luciano Spalletti / Giuseppe Bellini/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo la vittoria di Genova contro la Sampdoria, il tecnico del Napoli Luciano Spalletti ha parlato prima ai microfoni di DAZN e poi nella classica conferenza stampa del post partita. Queste le parole del mister partenopeo.

"Ho visto una squadra molto matura che ha saputo ragionare in una partita che per tanti motivi poteva diventare complicata. Invece i ragazzi hanno usato la testa e sono stati sempre sul pezzo e non l'abbiamo mai messa in discussione. Sui rigori noi siamo organizzati benissimo. Il secondo lo doveva battere Elmas, mentre per il primo ho incaricato il rigorista, poi in campo si sono messi d'accordo in maniera diversa e i calciatori possono farlo".

"Oggi non dovevamo dimostrare nulla. Poteva diventare una gara difficilissima, soprattutto dopo il rigore fallito ma abbiamo usato molto bene la testa e gestito la partita. La Sampdoria è rimasta in gara fino all'ultimo minuto. Il primo rigorista è Kvaratskhelia, ma è positivo che altri giocatori si facciano carico di questa situazione, è sintomo di personalità".

"Kim aveva un affaticamento muscolare e i medici lo hanno visitato bene chiedendo la sostituzione per non andare incontro ad un infortunio che sarebbe stato penalizzante per noi. Il match contro la Juventus è importantissimo ma non determinante. Giocheremo contro una delle squadre più forti del campionato".

facebooktwitterreddit