Napoli

Spalletti: "Non era facile reagire così. Centravanti titolare? C'è spazio per tutti"

La redazione di 90min
Luciano Spalletti
Luciano Spalletti / ANP/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Napoli non si ferma nemmeno in Champions League e sbanca l'Amsterdam Arena battendo l'Ajax con un clamoroso 6-1. Al termine della sfida, Luciano Spalletti è intervenuto in conferenza stampa per esprimere un parere sulla super-prestazione offerta dai suoi questa sera. Ecco le parole del tecnico (fonte: TMW):

Una serata storica, cosa ti è piaciuto di più?
"Quando vai sotto in uno stadio così, con quel boato lì, non è facile riprendere subito la convinzione nel pressing e nei recuperi. Poteva disturbare molto ma la squadra ha fatto le cose che doveva, non s'è fatta mai condizionare ed ha vinto una grande partita".

E' la serata internazionale più bella per lei?
"Io ne presi 7 a Manchester (ride, ndr), più del risultato è bella per la prestazione che dà consapevolezza delle nostre qualità, meriti dei ragazzi che hanno giocato un calcio importante sotto gli occhi di tutti perché l'hanno vista tutti".

La partecipazione del gruppo è la cosa più bella?
"E lì è dura, perché quello gioca 60, 30... ma se non funzionano tutti non si possono giocare gare di seguito. Simeone e Raspadori hanno fatto bene entrambi ma tutti vogliamo Osimhen, ma poi il titolare chi sarà? Mah, sarà un problema vero (ride, ndr), ma se capiscono che c'è spazio per tutti e che contano i risultati di squadra e non individuali. Tutti ti conoscono nel mondo, non c'è bisogno di aver fatto gol o l'assist, ma di non farla prendere all'avversario come Kim e Rrahmani, ma si guarda solo davanti e non di loro o delle parate di Meret"

Nessuno ha mai fatto un risultato così in trasferta. Cosa c'è dietro?
"C'è l'etica corretta, far forte l'allenamento, anche mezz'ora ieri"


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit