Napoli

Spalletti: "Ci siamo disuniti nella ripresa. Mi dispiace non aver vinto"

Marco Deiana
Luciano Spalletti
Luciano Spalletti / Francesco Pecoraro/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo il pareggio casalingo contro il Verona, Luciano Spalletti ha analizzato la partita del suo Napoli. Il tecnico partenopeo ha spiegato le difficoltà della sua squadra e in generale dei suoi giocatori.

"Nella ripresa ci siamo un po' allungati e un po' disuniti. Non siamo stati bravi ad essere un unico blocco squadra e in queste situazioni loro sono bravi. In alcuni momenti ti vengono così forte in pressing che diventa quasi inevitabile giocare in avanti invece che palleggiare".

"Ormai è diventata una nuova tattica, che agevola i giocatori più fisici rispetto a quelli più tecnici ma in tanti iniziano ad utilizzarla e bisogna imparare ad affrontarla".

"Juan Jesus e Rrahmani sono forti fisicamente e difficili da attaccare ma meno adatti nella costruzione dell'azione dalle retrovie, fondamentale quando si gioca in casa e i nostri centrocampisti sono marcati a uomo. Io tredicesimo uomo secondo il presidente? Beh, non mi è andata male. Poi il tredici è un numero che mi piace. L'allenatore è importante, è vero, ma lo sono anche i calciatori e la società. così come la tifoseria. Mi dispiace non aver vinto oggi perché ho visto che sono tornati tanti ragazzi in curva. Il risultato però va accettato".

facebooktwitterreddit