Napoli

Spalletti: "Dobbiamo andare avanti senza rimpianti. Recuperiamo Fabian Ruiz"

Giovanni Benvenuto
Luciano Spalletti
Luciano Spalletti / Vincenzo Izzo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa in vista della sfida casalinga di Serie A contro la Roma. L'allenatore azzurro si è soffermato sugli infortunati oltre a presentare il match contro i giallorossi. Ecco le sue parole.

Sull'ultima sfida con la Fiorentina: "Sono stati bravi e noi non siamo stati in grado di riprenderla".

Sulla Roma: "Loro saranno un insidia per noi e noi lo saremo per loro. Chi si sentirà più minacciata vincerà. La squadra che sarà più esecutiva sui comportamenti da avere in partita la spunterà. Si vince con la consapevolezza di quello che dobbiamo fare contro un avversario forte", riporta CalcioNapoli24.it.

Su Mertens e Osimhen insieme: "Possono giocare come hanno fatto già nel secondo tempo contro la Fiorentina".

Sulla formazione: "Vedremo, si parla tanto e ognuno fa la sua, come una ragazza all'Università che vorrebbe un cambio modulo".

Su Fabian Ruiz: "Fabian soffre di pubalgia ma ha recuperato e potrebbe giocare dall'inizio".

Fabian Ruiz
Fabian Ruiz / Ivan Romano/GettyImages

Sugli infortunati: "Di Lorenzo non ci sarà. Petagna oggi ha fatto differenziato e per ora ha reagito bene. Vedremo domani se sarà della partita. Anche Zielinski sta bene e si è allenato a livelli importanti. Negli ultimi allenamenti prima della partita si vedrà la brillantezza".

Sui gol subiti: "Il possesso è la nostra forza. Se riusciamo a tenere palla non si prende gol. Se il pallino lo tengono gli altri rischiamo di subire perché non abbiamo un grande impatto fisico. Siamo una squadra tecnica e dobbiamo gestire palla con le nostre caratteristiche".

Su cosa ha dato particolarmente fastidio a Spalletti: "Ci sono capitate queste partite casalinghe dove potevamo approfittarne ma invece siamo andati in difficoltà. E' una cosa che mi ha dato particolarmente fastidio. Però, poi, quando tutto è diventato difficile, c'è sempre il futuro per organizzarci e avere altre opportunità".

Su come giocare la partita: "Noi non abbiamo mai gestito niente cercando di vincere contro chiunque per creare una forza mentale vincente. Proprio per non gestire, abbiamo perso qualche partita, ma voglio vedere quanta forza abbiamo affrontando ogni partita per i tre punti. Ovviamente l'avversario ti può mettere in difficoltà, ma bisogna essere sempre bravi a trovare soluzioni sempre per provare a vincere la partita. Zielinski e Fabian Ruiz sono due calciatori forti. Ci sono degli equilibri da mantenere, però poi com'è successo dei cambiamenti sono stati fatti. Si accetta l'idea degli sportivi e bisogna tenere conto di tutto. Piotr diventerà un calciatore top. Non so quello che si riuscirà a fare durante questa partita, ma so che abbiamo fatto ottime prestazioni e dobbiamo giocare senza rimpianti. Anche perdendo, qualcuna l'abbiamo giocata bene. Anche contro la Fiorentina potevamo fare dei gol, ma loro sembravano stare meglio e abbiamo preso dei gol che non si potevano prendere".

Sui lanci lunghi su Insigne: "E' un'analisi che abbiamo fatto, ma la Fiorentina pressava parecchio e forse dovevamo giocare di più palla a terra. Riaccorciare la squadra dopo un lancio lungo è difficile, ma qualche volta li abbiamo messi in difficoltà anche se siamo stati eccessivi. E' una strategia che comunque si può utilizzare in determinate occasioni".

Su Mourinho: "Di José apprezzo molto la sua capacità nel dire sempre quello che pensa e di arrivare al bersaglio. Non l'ho mai battuto e si avvia a diventare una leggenda e vincere contro di lui può significare molto".

Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit