Napoli

Spalletti: "L'espulsione mi devasta. Tatticamente potevamo fare meglio"

Andrea Gigante
Luciano Spalletti
Luciano Spalletti / Silvia Lore/GettyImages
facebooktwitterreddit

Finisce a reti bianche il bigmatch dell'Olimpico tra Roma e Napoli. Nel postpartita, Luciano Spalletti è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare la prestazione dei suoi giocatori. Ecco le dichiarazioni del tecnico dei partenopei:

Of Napoli
Luciano Spalletti / Soccrates Images/GettyImages

SULL'ESPULSIONE - "Io sono andato a salutare l'arbitro Massa e gli ho detto che alcuni episodi non mi sono piaciuti, ma che comunque ha fatto un buon lavoro. Lui l'ha presa male e mi ha cacciato, anche se io sono rimasto tranquillo per tutta la partita. Ho cercato di spiegarglielo. Mi dispiace perché ti metti con buone intenzioni, non protesti e stai tranquillo, ma poi ti mandano fuori lo stesso. Spero che capisca e non mi punisca".

L'ATTEGGIAMENTO PASSIVO DELLA ROMA - "La Roma ha giocato una grande partita, ma noi abbiamo fatto lo stesso. Le squadre si sono equivalse, entrambi abbiamo provato ad attaccare e a vincere. Però non abbiamo lasciato il fianco agli avversari, nessuno ha permesso all'altro di creare occasioni pericolose. Sono due squadre forti che si sono rispettate".

ANGUISSA - "È un atleta forte, un uomo vero e sa far tutto. Bisogna migliori un po' sulla finalizzazione, perché spesso si ritaglia degli spazi per tirare. In questi casi c'è poco da mettere mani perché puoi solo fare danni".

SODDISFAZIONE O RAMMARICO? - "Noi dobbiamo sempre provare a spingere forte per creare un atteggiamento propositivo. La squadra ha le qualità per provare a vincere tutte le partite. A volte non sono convinti e hanno bisogno di un aiutino, però è una squadra che sa e vuole fare le cose bene".

IL GIOCO TRA LE LINEE - "Sulla costruzione avremmo dovuto far meglio. Abbiamo provato ad alzare Mario Rui o Di Lorenzo a fare i quinti e ad accentrare gli esterni. Solo negli ultimi minuti abbiamo trovato i trequartisti tra le linee. Questa era una partita difficile, in un momento difficile perché i nostri avversari dovevano dare una risposta".

IL DISPIACERE - "L'espulsione mi devasta. I cori dell'Olimpico non sono un problema, ho dei bellissimi ricordi di questo stadio e di questo pubblico".

PROBLEMA DI COMUNICAZIONE CON GLI ARBITRI? - "Per me no. A fine partita si può andare a salutare gli arbitri e io l'ho fatto. Mi sono complimentato perché Massa ha arbitrato bene. Forse loro hanno protestato più di noi. Abbiamo assunto un atteggiamento composto".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit