Inter

Sostenibilità e autofinanziamento: sacrifici in vista per l'Inter?

Omar Abo Arab
Steven Zhang
Steven Zhang / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

All'indomani delle parole di Steven Zhang l'edizione odierna del Corriere dello Sport ha delineato un futuro prossimo non così roseo per l'Inter. Il club nerazzurro, infatti, sta risentendo dei grossi guai economici della famiglia Zhang e del loro gruppo, Suning. Secondo il quotidiano sportivo, infatti, il gruppo di Nanchino si sta lentamente sgretolando, per una situazione confusa che non può non ricadere sul progetto Inter.

Beppe Marotta
Beppe Marotta / Valerio Pennicino/GettyImages

A testimoniare la situazione non ci sono solo i 40 milioni di euro di crediti che il club nerazzurro vanta da tempo con alcuni partner cinesi che ormai sono diventati inesigibili, ma anche il calo della somma che Suning corrisponde all'Inter, con le perdite che hanno azzerato il capitale interista, parzialmente rifinanziato dalla famiglia Zhang con 75 milioni di euro di capitale, frutto del prestito del fondo statunitense Oaktree. Mosse arrivate impegnando azioni del club verso un finanziatore che quasi sicuramente eserciterà il pegno, prendendosi l'Inter. Dalla famiglia Zhang proseguono gli inviti alla "sostenibilità" e all'autofinanziamento, strada però impraticabile per un club che prosegue a bruciare milioni su milioni.

La strada, nei prossimi mesi, è ormai tracciata: addio verosimile ai top player e ingaggi sensibilmente più bassi (puntando quindi su giocatori meno affermati). Un po' in controtendenza con il rinnovo di Lautaro Martinez appena arrivato, anche se il prolungamento è l'unico modo per preservare un asset importante capace di generare cassa attraverso una cessione.

Zhang e tutta la dirigenza parlano da mesi di "sostenibilità" e di "autofinanziamento", ma il Corsport non riesce a vedere come un club che brucia milioni su milioni possa camminare da solo sulle proprie gambe. "L’Inter dovrà liberarsi dei giocatori costosi, intraprendere una politica di ingaggi bassi puntando su calciatori meno affermati - prevede il quotidiano romano -. Può sembrare assurdo, nel giorno in cui il club annuncia il rinnovo di Lautaro a 6 milioni che è il modo per preservare un asset in grado di generare cassa e utili domani, attraverso una cessione". 


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit