Primo Piano

Sorprese: il Colonia. La squadra che ha stupito in Bundesliga

Francesco Castorani
Colonia
Colonia /
facebooktwitterreddit

Basterebbe il profilo Twitter del Colonia per capire la portata di ciò che è successo quest'anno nella città della Germania occidentale sita al confine con i Paesi Bassi. Fine partita di campo al termine di uno sconfitta interna con il Wolfsburg che sa di vittoria della Bundesliga o di ritorno nel principale campionato tedesco. Il Colonia invece non ha raggiunto nessuno di questi obiettivi, si "semplicemente" qualificato matematicamente per una Coppa Europea nella prossima stagione.

#ReturnoftheGoat l'hashtag utilizzato dal profilo in tedesco ufficiale della Uefa per riaccogliere una storica della Coppa Uefa/Europa League. Il Colonia vanta 15 partecipazioni a questa competizione e 3 alla Coppa dei Campioni. Poco meno di un anno fa disputava lo spareggio contro l'Holstein Kiel per rimanere in Bundes e quest'anno si è "semplicemente" riqualificata all'Europa, League o Conference League lo scopriremo nel weekend.

La Stagione

19 punti in più rispetto allo scorso anno (con una partita ancora da giocare), 9 posizioni in più, 17 gol fatti in più e 13 subiti in meno. È questo il bilancio di un Colonia trascinato da due uomini: il primo è un attaccante considerato alla fine della sua carriera, tornato in città dopo anni deludenti e un prestito altrettanto deludente al St. Etienne. Anthony Modeste, 5 anni dopo l'ultima volta, ha trascinato il Colonia in Europa a suon di gol. Nel 2017 furono 25, nel 2022 è arrivato a 19.

L'altro uomo è quello che guarda i suoi ragazzi festeggiare davanti ai loro tifosi. Steffen Baumgart, un allenatore di 50 anni diventato iconico per la sua coppola ("Steffen Baumgart hat" è tra i primi suggerimenti su google). Ai tempi della doppia promozione del Paderborn (dalla terza divisione alla Bundesliga) indossava un cappello classico, con il Colonia ha cambiato look e aspetttive; e il suo cappello è diventato famoso al punto di spingere Modeste a rubarglielo ed esultare dopo un gol e Neuer a scambiare la sua maglia con il berretto del tecnico.

Un allenatore che per dire un eufemismo potremmo affermare che sente molto la partita. Come quando era impossibilitato a stare sulla panchina del Colonia e doveva necessariamente seguire la gara da casa. Un video che ha fatto il giro del web e a cui ora tutti possono dare un nome e un volto grazie ai risultati sportivi raggiunti.

Il merito del Colonia, che Baumgart ha messo in campo per metà stagione con due attaccanti di peso per poi passare al 4-2-3-1, è quello di aver mantenuto una certa distanza dalla zona salvezza e uno svantaggio accettabile dalla zona Europa, per poi compiere un exploit nel rush finale. 4 vittorie consecutive con 13 gol segnati nelle ultime gare hanno portato il Colonia a poter perdere con il Wolfsburg ed essere comunque matematicamente in Europa.

L'ultimo atto si svolgerà a Stoccarda contro una squadra che cerca disperatemente di evitare sia la retrocessione diretta che lo spareggio. L'accesso in Europa League non dipende dalla squadra di Baumgart che deve vincere con qualche gol di vantaggio e sperare che l'Union Berlino non conquisti i tre punti.

Le statistiche

Il Colonia, curiosamente come lo Strasburgo in Ligue 1, è la squadra che effettua più cross in Bundesliga (530). È terza per tiri totali e tiri nei 90 minuti dietro a Bayern Monaco e Gladbach e tra le prime per duelli aerei vinti. Primeggia per numero di volte in cui la squadra ha ottenuto la sfera pressando un giocatore avversario, davanti al Bayern Monaco anche nella statistica in cui questo avviene nella trequarti offensiva.
Le statistiche di questo paragaro sono state prese da whoscored.com.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit