Inter

Qual è la soluzione migliore per sostituire Barella contro il Liverpool?

Andrea Gigante
Nicolò Barella
Nicolò Barella / Soccrates Images/GettyImages
facebooktwitterreddit

Partiamo da un presupposto: l'Inter non ha a disposizione giocatori in grado di non far rimpiangere Nicolò Barella e l'assenza del centrocampista, squalificato per due giornate a causa dell'espulsione contro il Real Madrid, peserà non poco nel doppio impegno di Champions League contro il Liverpool.

Eppure, Simone Inzaghi è chiamato al duro compito di sostituire un calciatore semplicemente insostituibile. Come può fare?

L'esperienza di un guerriero

Arturo Vidal, Alexis Sanchez
Arturo Vidal / Jonathan Moscrop/GettyImages

Se dovessimo ragionare in termini di logica, cercando un giocatore che abbia più o meno le stesse caratteristiche di Barella, l'ago della bilancia penderebbe su Arturo Vidal.

Il cileno non ha nulla da invidiare all'ex Cagliari in termini di cattiveria agonistica e, grazie ai suoi interventi da mediano puro, riesce spesso a recuperare palloni preziosi. In un centrocampo rapido e veloce come quello della banda di Jurgen Klopp, la fisicità di Re Arturo può fungere da diga.

Quando giochi in Champions, le gambe non devono tremare e bisogna avere la faccia tosta di guardare faccia a faccia uno stadio intero che ti fischia contro. Mercoledì la sfida avrà luogo sul campo amico di San Siro, ma al ritorno l'Inter avrà a che fare con la bolgia di Anfield e siamo certi che uno come Vidal non ha di certo paura della Kop.

Un passo indietro per compierne due in avanti

Roberto Gagliardini
Roberto Gagliardini / Marco Luzzani/GettyImages

Il Liverpool è una squadra spregiudicata, che fa dell'attacco e delle ripartenze le proprie armi migliori. Per batterli, servirà equilibrio da parte dei nerazzurri. Gli esterni, presumibilmente Dumfries e Perisic, avranno bisogno delle bombole di ossigeno per star dietro a Alexander-Arnold e Robertson, e potrebbero aver bisogno di supporto.

Ecco perché in mezzo al campo potrebbe far comodo un "equilibratore", un giocatore più conservativo, più fisico... anche più brutto da vedere, che importa. Roberto Gagliardini non è al livello dei suoi colleghi di reparto, ma potrebbe essere utile nei contrasti aerei e sulle seconde palle.

Con lui e Brozovic l'uno affianco all'altro, gli esterni interisti avranno maggiori possibilità di salire, costringendo i terzini dei Reds a ripiegare.

E se la riprendesse ancora una volta lui?

Matias Vecino of FC Internazionale celebrates after scoring...
Matias Vecino / Insidefoto/GettyImages

Delle tre è sicuramente la soluzione meno probabile, ma mai dire mai.

Matias Vecino non sta trovando molto spazio. La concorrenza è enorme e l'uruguaiano non riesce a farsi largo tra il trio Barella-Brozovic-Calhanoglu. Nemmeno l'assenza del primo gli permetterà di scendere in campo.

Eppure, le qualità tecniche del giocatore sono quelle. Vecino sarebbe probabilmente titolare nell'85% delle squadre di Serie A e quando viene chiamato in causa non fa mai brutta figura.

E poi all'Inter ha già regalato due enormi gioie in Champions League...


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit