Inter

Skriniar: "Addio Conte sorprendente, ancora non conosco i motivi. Voglio restare all'Inter e difendere il titolo"

Niccolò Mariotto
Milan Skriniar
Milan Skriniar / Soccrates Images/Getty Images
facebooktwitterreddit

Dal recente Scudetto con la maglia dell'Inter al suo futuro, Milan Skriniar ha rilasciato un'intervista dal ritiro della nazionale slovacca in vista di Euro 2020 affrontando, per l'appunto, vari argomenti.

Milan Skriniar
Milan Skriniar / Jonathan Moscrop/Getty Images

SCUDETTO - "Abbiamo vissuto sensazioni ed emozioni bellissime, il viaggio verso il titolo è stato lungo. L'Inter ha vinto il trofeo dopo undici anni. Veniamo da una stagione impegnativa. L'uscita dalla Champions è stata un brutto colpo, l'eliminazione ai gironi. Ci è dispiaciuto molto, ma paradossalmente ci ha unito ancora di più, siamo diventati più compatti. Abbiamo iniziato una lunga serie di vittorie in campionato, battendo Milan, Juventus e Atalanta: questo ci ha aiutato a prenderci il primo posto e a mantenerlo fino alla fine".

CONTE - "Noi giocatori lo abbiamo seguito, dando tutte le nostre forze per arrivare al risultato. Ci ha pian piano instillato la sua visione del calcio arrivando a farci capire come stare in campo e ci ha influenzato con la sua mentalità vincente. Nel primo anno con lui abbiamo raggiunto la finale di Europa League, quest'anno abbiamo vinto lo scudetto. Ha svolto un ruolo significativo in questi successi. Il fatto che se ne sia andato ha sorpreso me e credo anche i compagni con i quali ho parlato. L'ho scoperto solo dopo essere venuto in Slovacchia e ancora non ne conosco i motivi".

FUTURO - "Possibile che debba cambiare maglia ogni estate? Non affronto questo problema ora. Voglio restare all'Inter, difendere il mio Scudetto in nerazzurro: è ancora vero. Nelle prossime settimane mi concentrerò sulle partite della nazionale. Le voci di mercato non mi disturbano, non mi distraggono".


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit