Serie A

Gravina: "Plusvalenze sospette in Serie A? Indagine non persecutoria"

Alessio Eremita
Gabriele Gravina
Gabriele Gravina / Vincenzo Lombardo/GettyImages
facebooktwitterreddit

​Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha espresso le proprie considerazioni in merito ai temi caldi riguardanti il calcio italiano. Su tutti, quello delle plusvalenze sospette in Serie A.

Ecco le sue dichiarazioni:

PLUSVALENZE SOSPETTE IN SERIE A - "L'indagine è più conoscitiva che di tipo persecutorio, siamo coscienti della nostra impossibilità di agire perché si cozza sulla solita questione delle valutazioni oggettive o soggettive. Questo terreno è abbastanza scivoloso, ma sappiamo anche che, attraverso alcuni accorgimenti, possiamo adottare provvedimenti per limitare l'impatto di questo fenomeno all'interno delle problematiche gestionali di questo calcio". 

Gabriele Gravina
Gabriele Gravina / Claudio Villa/GettyImages

ITALIA SVIZZERA AL 100% - "Italia-Svizzera allo stadio Olimpico aperto al 100% della capienza è una bellissima notizia, non solo per la partita in sé ma per tutti i tifosi e rafforza un messaggio di speranza per tutto il Paese.Il passo successivo è il 100% per il campionato, il completamento di quel processo graduale che noi avevamo auspicato. Sono contento che si sta centrando quell'obiettivo molto importante, al quale tutte le società hanno puntato e ci tengono in modo particolare". 

LEGA NAZIONALE DILETTANTI - "Non sono assolutamente preoccupato, anzi sono abbastanza sereno. Vedo che c'è molta fibrillazione. Mi dispiace per il presidente Sibilia, ma proprio oggi mi è arrivata una richiesta da 14-15 comitati che chiedono un intervento da parte della federcalcio. Questo sarà oggetto di riflessione all'interno del consiglio federale, ma dimostra che c'era in atto un progetto di sfiducia verso il presidente Sibilia e di questo il calcio deve tener conto". 


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit