Serie A: è caos stadi! La Lega Calcio contro la politica. Dopo l'Emilia Romagna, anche il Veneto riapre

Paolo Dal Pino
Juventus v SSC Napoli - Coppa Italia: Final | Marco Rosi/Getty Images

E' caos stadi in Serie A! Ieri l'Emilia Romagna ha dato la facoltà a Parma e Sassuolo di riaprire i propri stadi a 1.000 persone per i match di domenica contro il Napoli e contro il Cagliari. I club sono a lavoro ma non sarà semplice, perché c'è poco tempo.

Secondo calciomercato.com, è scontro tra calcio e politica. Ad esempio la Juventus, il primo club a chiedere l'apertura degli stadi a 1.000 tifosi, ha ottenuto il rifiuto dalla Regione Piemonte, oggi invece è arrivato l'ok del Veneto al Verona.

Luca Zaia
Italian Daily Politics 2019 | Ivan Romano/Getty Images

E' arrivato il via libera alla riapertura fino a 1000 persone degli impianti sportivi all'aperto in Veneto (700 per quelli chiusi). Con un'ordinanza firmata in mattinata, il governatore Luca Zaia indica che i tifosi “hanno l’obbligo di occupare per tutta la durata dell’evento esclusivamente i posti a sedere specificamente assegnati, con divieto di collocazione in piedi e di spostamento di posto, assicurando tra ogni spettatore seduto una distanza minima laterale e longitudinale di almeno un metro”. Il Verona però non è pronto e potrebbe non riaprire le porte per la sfida con la Roma. Mancano poche ore alla ripartenza e siamo di nuovo nel caos!

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo e della Serie A.