Fiorentina

"Sassolini nelle scarpe", la nuova avventura di Gollini alla Fiorentina

Francesco Castorani
Italy Travel To England
Italy Travel To England / Claudio Villa/GettyImages
facebooktwitterreddit

No, non è il titolo di un nuovo pezzo trap di Pierluigi Gollini, in arte Gollorius, ma le prime parole del nuovo portiere della Fiorentina. Una carriera divisa tra Premier League e Serie A e una nuova occasione, a 27 anni, per tornare a brillare (come in "Champions Dream" con Vegas Jones) nella città in cui ha giocato da giovane, prima di volare a Manchester.

L'Arechi non sarà adatto a girare un video di una canzone trap, la vetta e il gallo dorato del modernissimo Tottenham Hotspur Stadium lo sono certamente di più. La Fiorentina però è la squadra perfetta per tornare ad essere titolare dopo una stagione travagliata a Londra, vissuta in panchina a guardare Hugo Lloris.

La Fiorentina allenata da Italiano lo ha acquistato in prestito con diritto di riscatto dall'Atalanta, squadra lasciata per essere prelevato con la stessa formula dal Tottenham. A Bergamo ha fatto ritorno solo per le valigie e in cui avrà messo dei vestiti viola per la sua prossima avventura in Serie A. Il club lo ha presentato con una grande collana d'oro (PG) e un disco, scrivendo parti delle sue canzoni in diversi tweet.

A 27 anni è un portiere maturo e a suo agio a questi livelli. Con l'Atalanta ha maturato più di 100 presenze e ha avuto la chance di giocare in Champions League. Il prossimo anno invece giocherà la Conference ed è tra i pochi portieri ad avere già esperienza in questa competizione. Delle 10 presenze stagionali con gli spurs infatti, ben 6 sono tra Qualificazioni e Girone di Conference League.

Eccoli i sassolini nelle scarpe, e i riferimenti si sprecano. Potrebbero essere rimasti dalla sua prima esperienza con la società viola, ai tempi delle giovanili: lui stesso nella prima intervista rilasciata ai microfoni del club ha parlato di un capitolo che non si era chiuso.

Pierluigi Gollini
Hellas Verona FC v US Sassuolo Calcio - Serie A / Dino Panato/GettyImages

"Sono molto contento, per me era un capitolo che non si era mai chiuso quindi sono felice di tornare e chiudere un cerchio di quella che è stata la mia vita, il mio percorso da ragazzino e la mia carriera. Sentivo il bisogno di tornare in un posto speciale per me e sentivo di non dover andare semplicemente in una squadra. Firenze sicuramente lo è e quindi sono veramente molto carico, felice, determinato e convinto che potremo toglierci tante belle soddisfazioni quest'anno."

Gollini ai microfoni del club

Determinato per chiudere un capitolo rimasto aperto e togliersi tante belle soddisfazioni. Una di queste sarà lottare proprio contro la sua ex squadra per un piazzamento europeo. L'Atalanta ha ora Musso in porta e dopo due prestiti si separerà, salvo sorprese, da Pierluigi Gollini, che ha un contratto in scadenza nel 2024 con la Dea. Il nuovo portiere viola è nel momento di maturità della sua carriera, ancora lunga e di livello, se dovesse confermare quanto di buono visto a Bergamo nelle ultime stagioni.

Pierluigi Gollini
Pierluigi Gollini of Atalanta BC reacts during the Serie A... / Nicolò Campo/GettyImages

Il numero 1 l'ha indossato solo all'Aston Villa, il 22 è sulle spalle di Nico Gonzalez, resta solo il 95, con cui ha disputato il maggior numero di gare in carriera. È il terzo acquisto dell'estate viola, dopo Rolando Mandragora dalla Juventus e Luka Jovic dal Real Madrid.
Il Rapper coi guanti è tornato in una città del suo passato per inseguire il Champions Dream.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit