Champions League

Sarà la terza finale di Champions tra Real Madrid e Liverpool: i due precedenti

Francesco Castorani
Scontro di gioco nell'ultimo precedente tra Real Madrid e Liverpool in finale di Champions
Scontro di gioco nell'ultimo precedente tra Real Madrid e Liverpool in finale di Champions / 90min
facebooktwitterreddit

Sarà la terza finale tra Liverpool e Real Madrid nella storia della Champions League. Reds e Blancos si giocheranno a Parigi l'occasione di aggiungere il trofeo più importante d'Europa alle rispettive collezioni (13 per il Real, 6 per il Liverpool). A Parigi come 42 anni fa, nel primo precedente nella storia tra le due squadre che sorride al Liverpool.

Sarà la vendetta di Salah e Klopp o la gloria eterna per Carlo Ancelotti? Chi più di tutti voleva questa finale è senza dubbio il campione egiziano del Liverpool che a BT Sport ha dichiarato nella giornata di ieri di volere il Real Madrid per vendicarsi della finale di 4 anni fa e vincerla. Il primo desiderio è stato esaudito, il 28 maggio in Francia potrà vendicarsi completamente.

Liverpool - Real Madrid 1-0, 1981

Parigi, Parco dei Principi, 27/05/1981. È il Liverpool di Bob Paisley e Kenny Dalglish contro il Real di Santillana e Boskov. A Parigi la partita non è entusiasmante e non si sblocca nel primo tempo. A dieci dal termine il Real va sotto da rimessa laterale: su una rimessa lunga si avventa Alan Kennedy che entra in area da sinistra con un grande stop di petto e con il mancino fa gioire i reds.

Si tratta del terzo successo in Coppa dei Campioni in cinque anni. Della terza Coppa dei Campioni di Bob Paisley, che ne detiene il record insieme ad Ancelotti e Zidane, un allenatore capace di vincere 20 titoli con il Liverpool tra gli anni Settanta e Ottanta.

Real Madrid - Liverpool 3-1, 2018

Kiev, NSK Olimpisky, 26/05/2018. Più recente e di più facile memoria la finale di 4 anni fa tra la squadra di Zidane e quella di Klopp. Il Liverpool approda in finale dopo aver eliminato Porto, Manchester City e Roma, mentre il Real supera PSG, Juventus e Bayern Monaco. A Kiev la gara sembra equilibrata prima di una serie di eventi catastrofici che condizionano pesantemente la serata dei reds.

Il giocatore più pericoloso del Liverpool, Momo Salah deve uscire per infortunio per un brutto fallo di Sergio Ramos dopo mezz'ora e la partita non si sblocca ma cambia. Nella seconda frazione si distingue tristemente il portiere di Klopp Loris Karius. Il primo errore è da brividi: il tedesco tenta un passaggio con le mani per iniziare l'azione e Benzema porta in vantaggio i suoi a porta vuota.

Pareggia Mané e l'errore è quasi dimenticato. Gareth Bale rimette il Real Madrid avanti probabilmente con il gol più bello della storia delle finali di Champions League e poi Karius ne combina un'altra. Il tedesco a dieci dal termine si lascia sfuggire un tiro centrale sempre di Gareth Bale, assicurando con un po' di sofferenza in meno la tredicesima coppa al Real Madrid.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit