Ligue 1

Saint-Etienne retrocesso, invasione di campo e giocatori costretti a scappare

Francesco Castorani
L'invasione di campo dei tifosi del Saint-Etienne
L'invasione di campo dei tifosi del Saint-Etienne / JEAN-PHILIPPE KSIAZEK/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Saint-Etienne è retrocesso in Ligue 2. Fatale il ritorno dello spareggio per un posto in Ligue 1 contro l'Auxerre. Si tratta di una retrocessione storica per Les Verts che con il PSG detengono il record di campionati vinti (10) e sono secondi soltanto al Marsiglia per partecipazioni alla massima divisione francese (70). A far parlare però non è ciò che è successo in campo fino alla lotteria dei rigori, ma le orribili scene vissute al triplice fischio.

Una gara emozionante e tirata con occasioni limitate e congelata sullo stesso risultato dell'andata
(1-1) grazie ai colpi di testa di Sakhi e Camara. Poi i supplementari senza reti e infine i calci di rigore: Boudebouz sbaglia il primo poi, Toure insacca l'ultimo. Ma non c'è nemmeno tempo di festeggiare.

Di invasioni di campo ne abbiamo viste nelle ultime settimane, ma questa non ha nulla a che vedere con le altre. I tifosi del Saint-Etienne hanno superato ogni limite mettendo in atto una vera e propria caccia all'uomo con l'utilizzo e il lancio di razzi, fumogeni e oggetti verso i proprio giocatori, costretti a fuggire all'interno della struttura. Una scena incredibile che nemmeno i molti agenti presenti sono riusciti prontamente a fermare. Questo il comunicato dell'ASSE nelle ore successive.

Nonostante un dispositivo eccezionale e rinforzato di circa 500 agenti, un gran numero di tifosi ha invaso il campo al fischio finale dell'incontro con L'AJ Auxerre.
Alcuni si sono resi poi colpevoli di diversi danneggiamenti e atti di violenza nei confronti dei giocatori, degli agenti di sicurezza, delle forze dell'ordine e del pubblico della tribuna Pierre-Faurand.
L'ASSE condanna fermamente queste azioni, offre tutto il suo sostegno alle persone colpite e metterà in atto tutte le procedure giudiziarie necessarie.

Comunicato ufficiale Saint-Etienne

La corsa e gli accenni di festa e di dolore spezzati sul nascere da una situazione diventata pericolosa nel giro di qualche secondo. L'Auxerre che non può gioire in uno stadio gremito per il suo percorso, il Saint-Etienne che non può salutare la Ligue 1 esprimendo la sua delusione. Ci hanno pensato questi gruppi di tifosi a scrivere l'ultima pagina del campionato 2021/22 dell'ASSE, una pagina terribile e purtroppo indelebile per la storia del club.

I festeggiamenti in uno stadio vuoto e in un'atmosfera post partita quasi surreale per tifosi e giocatori dell'Auxerre che hanno avuto modo di gioire, ma non spontaneamente come si fa in questi casi. I disagi hanno ritardo di molto il ritorno della squadra da Saint-Etienne e la società ha dovuto quindi rimandare il tipico bagno di folla.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit