Roma

La Roma e i rinnovi: qual è la priorità dopo l'accordo con Pellegrini?

Omar Abo Arab
Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo
Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo / Silvia Lore/GettyImages
facebooktwitterreddit

La firma sul rinnovo di contratto fino al 30 giugno 2026, per Lorenzo Pellegrini, rappresenta solo il suggello di un momento magico per il capitano giallorosso che, con José Mourinho, sta finalmente andando verso la definitiva consacrazione. Un segnale chiaro da parte di Dan e Ryan Friedkin, che vogliono costruire un progetto solido, duraturo e soprattutto vincente. E per farlo i texani hanno intenzione di blindare i calciatori centrali nel progetto Roma, cominciando appunto da capitan Pellegrini.

Jordan Veretout (Roma) in action during the Serie A match...
Jordan Veretout / Pacific Press/GettyImages

Ma il numero 7 non è l'unico profilo su cui il club deve puntare per presente e futuro: servirà mettersi al riparo da possibili attacchi dal mercato. E uno dei primi calciatori con cui cominciare a parlare di futuro è Jordan Veretout, perno del centrocampo giallorosso, arrivato alla terza stagione nella Capitale (nonostante la scadenza 2024). Subito dopo c'è sicuramente Gianluca Mancini, leader della difesa anche a causa dei continui infortuni di Chris Smalling.

Nicolò Zaniolo
Nicolò Zaniolo / Silvia Lore/GettyImages

C'è poi da considerare anche l'eventuale - ulteriore - rinnovo di Nicolò Zaniolo, che ha già firmato nell'estate 2019 un accordo con la Roma di cinque anni poco prima del secondo grave infortunio al ginocchio. Il numero 22 giallorosso sta tornando pian piano ai suoi grandi livelli e i Friedkin, giustamente, hanno intenzione di tenerselo stretto.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit