Roma

Roma, Mourinho: "Ci mancano due rigori netti. Quanti punti persi per gli arbitri?"

Alessio Eremita
José Mourinho
José Mourinho / Danilo Di Giovanni/GettyImages
facebooktwitterreddit

José Mourinho ha commentato il pareggio ottenuto in Conference League contro il Bodo/Glimt, in occasione della quarta giornata della fase a gironi. Ecco le dichiarazioni dell'allenatore della Roma.

PAREGGIO - "Abbiamo sbagliato tanto dal punto di vista tecnico. Nel primo tempo tante palle perse in mediana, anche Zaniolo e Mkhitaryan non hanno fatto granché. Mancano due rigori, loro due tiri e due gol noi tanti tiri e tanti gol. Adesso l’arbitro va a casa. All’andata non ho detto nulla sugli arbitri perché ci sono stati errori nostri. Oggi erano netti i rigori, non so perché in Conference League c'è gente che inizia la sua carriera a livello internazionale”. 

Nicolo Zaniolo
Roma / Paolo Bruno/GettyImages

EQUILIBRIO - "L’equilibrio parte dai giocatori, oggi senza Vina dovevo risolvere il problema in quel ruolo contro un giocatore bravo che oggi ha toccato una palla e ha fatto un gol pazzesco. Se gioca Ibanez chi gioca centrale? Dopo la prima partita dovevo proteggere Kumbulla, allora ho scelto Cristante. A centrocampo? Ha dovuto giocare Darboe e poi Villar. Ricordo contro il Milan, erano in difficoltà ed è entrato Tonali. Oggi era una gara dove non ho sentito problemi: Karsdorp altissimo, bene in difesa, non avevamo un terzino con cui attaccare. Oggi i tre davanti non hanno fatto bene. Facciamo fatica a segnare. Mi dispiace, ma arbitraggio decisivo. La squadra ha giocato per la maglia e per vincere. Siamo padroni del nostro destino per arrivare secondi”. 

PROBLEMI IN ATTACCO - "Sono d’accordo, non sono in un momento positivo. Il giocatore che segna di più è El Shaarawy. Quanti punti abbiamo perso per decisioni arbitrali, però?”.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit