Serie A

Abraham firma l'aggancio sulla Dea: Roma-Atalanta finisce 1-0

Esultanza giallorossa
Esultanza giallorossa / Silvia Lore/GettyImages
facebooktwitterreddit

Appuntamento chiave per la corsa all'Europa che conta, soprattutto da parte della Roma: gli uomini di Mourinho puntano infatti all'aggancio sull'Atalanta e dunque al successo in un vero e proprio scontro diretto (al netto della partita da recuperare dalla Dea).

Parte forte la Roma e sfiora subito il gol: prima un intraprendente Zalewski mette un buon pallone in mezzo, poi Mancini trova il gran riflesso di Musso. Col passare dei minuti si fa più pericolosa l'Atalanta, vicina al gol al 23' dopo un malinteso tra Rui Patricio e la retroguardia.

Tammy Abraham
Esulta Abraham / Paolo Bruno/GettyImages

Al 32' passa la Roma: Karsdorp si invola e lancia Zaniolo, grande stop e assist per Abraham che beffa i centrali e porta in vantaggio i suoi. In avvio di ripresa l'Atalanta sfiora il pari, Rui Patricio però è un muro su Freuler, da due passi, dopo un grande uno-due tra lo svizzero e Koopmeiners. Risponde la Roma con Mancini, al volo di sinistro e palla alta da buona posizione.

Stessa sorte per il destro di Abraham all'80', potenziale occasione per chiudere i conti. Episodio che non cambia comunque l'epilogo: successo di misura e aggancio dei giallorossi sulla Dea, sfatando al contempo un tabù contro i nerazzurri che durava dal 2014.

La chiave tattica

Il possesso palla è in mano alla Roma nelle prime battute, l'Atalanta dal canto proprio attende e prova a ripartire, approfittando di errori giallorossi in uscita, già sulla trequarti.

I giallorossi si affidano spesso al lancio in verticale per Abraham e Zaniolo, Zalewski intanto - a tutta fascia - si rivela un'arma importante, così come Karsdorp dall'altra parte (ma con maggiore ordine e lucidità). L'Atalanta, dal canto proprio, risente più del solito dell'assenza di un riferimento in avanti e non esprime la consueta imprevedibilità offensiva.

Remo Freuler, Henrikh Mkhitaryan
Mkhitaryan / Paolo Bruno/GettyImages

Nella ripresa l'Atalanta sposta in avanti il baricentro almeno in avvio, complice l'ingresso di Muriel, ma la Roma è minacciosa in ripartenza e fa buona guardia dopo qualche brivido iniziale.

La giocata della partita

In occasione del vantaggio giallorosso è decisivo lo stop di Zaniolo: un morbido aggancio col sinistro su lancio lungo di Karsdorp, stop seguito poi dall'assist per lanciare Abraham verso l'1-0 che sblocca il match. Si tratta del solo lampo vero e proprio lampo del 22 giallorosso, una giocata però fondamentale per elevarne la valutazione generale.

Il migliore in campo - Abraham

Il centravanti inglese è un fattore decisivo, non solo per il gol, riuscendo a dare sempre una soluzione ai compagni che, dal canto loro, si affidano a lui e lo cercano con lanci in verticale. Nel finale, seppur stremato, dà un gran contributo per far salire la squadra.

Tammy Abraham, Nicolò Zaniolo
Zaniolo e Abraham / Silvia Lore/GettyImages

Le pagelle

Zaniolo 6,5 Lo stop che porta all'1-0 di Abraham è pregevole, al contempo mette in mostra una cifra tecnica eccellente e tiene palla con efficacia. Cala nella ripresa e sceglie troppo spesso l'azione personale e si vede a sprazzi.

Abraham 7 Cinico ma anche utile alla manovra giallorossa, cercato spesso in verticale riesce a rendere giocabili i palloni che riceve (anche se poco precisi) e ad aprire per gli esterni. Combinazione letale di fisico e rapidità, decisiva per il successo.

Zalewski 6,5 Avvio bruciante del giovane esterno, pericoloso quando attacca e attento quando si trova a fronteggiare Hateboer. Tanta intraprendenza e buoni spunti nello stretto, out stremato nella ripresa.

Karsdorp 6,5 Solita corsa inesauribile con sporadici cali di tensione, si sottolineano però in positivo la grande foga agonistica e l'eccellente lettura difensiva che porta poi al lancio in occasione del vantaggio.

Mkhitaryan 6,5 Passaggi precisi e recuperi utili, si sottolinea in particolare un filtrante perfetto non sfruttato da Pellegrini nella ripresa. Fondamentale in entrambe le fasi, il rosso finale macchia solo parzialmente la sua partita.

Rui Patricio 6,5 Il successo di misura porta anche la firma del portiere portoghese, grande intervento su Freuler in avvio di ripresa dopo uno scambio tra lo svizzero e Koopmeiners. Grande riflesso in un momento chiave, attento anche nel finale.

Bryan Cristante, Teun Koopmeiners
Cristante e Koopmeiners / Silvia Lore/GettyImages

Il tabellino di Roma-Atalanta 1-0

Marcatore: 32′ Abraham.

Roma (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Kumbulla; Karsdorp (83′ Ibanez), Mkhitaryan, Cristante, Pellegrini (83′ Oliveira), Zalewski (62′ Vina); Zaniolo (74′ Veretout), Abraham (83′ Felix). All. Mourinho (in panchina Foti). A disposizione: Fuzato, Perez, Maitland-Niles, Diawara, Bove, El Shaarawy.

Atalanta (4-2-3-1): Musso; Hateboer, Demiral, Palomino (81′ Djimsiti), Zappacosta (21′ Pezzella); De Roon, Freuler; Miranchuk, Koopmeiners (60′ Boga), Pessina (60′ Malinovskyi); Pasalic (46′ Muriel). All. Gasperini. A disposizione: Rossi, Sportiello, Maehle, Mihaila, Scalvini, Cittadini.

Arbitro: Massa

Ammoniti: Cristante, Abraham, Kumbulla, Malinovskyi, Ibanez, Demiral.

Espulsi: De Roon e Mkhitaryan.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit