Opinioni

Renato Sanches tra Milan e PSG: quale sarebbe la scelta giusta per la sua carriera?

Andrea Gigante
Renato Sanches
Renato Sanches / Sylvain Lefevre/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'approdo di Renato Sanches al Milan sembrava ormai cosa fatta. D'altronde, i rossoneri stavano trattando con il Lille da diverso tempo e pian piano i due club stavano raggiungendo un'intesa sul piano economico.

Nel calciomercato di oggi non bisogna però mai essere certi fino alle firme. È infatti notizia di pochi giorni fa l'intrusione del Paris Saint-Germain nell'affare. Come loro solito, i parigini hanno messo sul piatto un'offerta ben più ricca spostando l'ago della bilancia a suo favore. Il Lille ha infatti accettato subito la proposta dei campioni di Francia: manca solo il sì del giocatore.

Solo che Renato Sanches non ha ancora deciso se cedere alle avances di Al-Khelaifi o se invece mantenere la parola data ai rossoneri.

Perché accettare la corte del PSG?

Renato Sanches, Marquinhos
Renato Sanches contro il PSG / Justin Setterfield/GettyImages

Qualora scegliesse di stabilirsi all'ombra della Torre Eiffel, il centrocampista portoghese avrebbe la certezza quasi matematica di vincere ogni anno la Ligue 1 ma dovrebbe fare i conti con una concorrenza spietata. Pertanto, Sanches deve scegliere se costruirsi una bacheca ricca di trofei (non internazionali, forse) o se giocare con continuità.

Certo, potrebbe dare una mano ai parigini aiutandoli a conquistare la Champions League, ma ad oggi - magari ci sbagliamo - il classe '97 non sembra un giocatore in grado di prendere la squadra sulle spalle e portarla da solo verso il successo. Renato Sanches è forte, ma in un contesto come quello dei campioni di Francia rischia di perdersi.

Non bisogna poi trascurare che il Paris non ha ancora un allenatore. Pochettino non è stato ancora deposto, ma i suoi giorni sulla Senna sono contati. Al suo posto arriverà presumibilmente Christophe Galtier, un tecnico che Sanches ha già avuto al Lille e che quindi lo conosce bene. Tuttavia, lo ripetiamo: il PSG ha una rosa piena di campioni che devono per forza giocare. Può dunque il portoghese trovare spazio anche con il suo mentore in panchina?

I motivi del sì ai rossoneri

Renato Sanches farebbe meglio a trasferirsi al Milan. Prima di tutto perché non troverebbe le pressioni alle quali sarebbe sottoposto al Paris Saint-Germain, ma avrebbe comunque modo di disputare un'ottima Champions League. Se infatti i parigini non riuscissero ancora ad arrivare fino in fondo, i tifosi continuerebbero a criticare la squadra; i rossoneri invece hanno tutte le carte in regola per superare un girone in cui saranno testa di serie e ogni passo avanti nella competizione sarà vissuto come un trionfo.

A Milano il portoghese troverebbe Stefano Pioli, un allenatore affidabile con un'idea di gioco già definita. Certo, ci metterà un po' ad assimilarla, ma una volta introiettata avrà il posto assicurato o sulla trequarti o in mediana.

Un motivo in più che dovrebbe spingerlo ad accettare la proposta del Milan è la presenza del connazionale Rafael Leao. I due si conoscono alla perfezione e l'MVP della scorsa Serie A può aiutarlo a calarsi più velocemente nei meccanismi di Milanello.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit