La Liga

Real Madrid e Barcellona: chi ha la panchina migliore?

Francesco Castorani
FBL-EUR-C1-BARCELONA-PLZEN
FBL-EUR-C1-BARCELONA-PLZEN / PAU BARRENA/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il mercato impossibile del Barcellona e quello mirato del Real Madrid. Tante le differenze tre le due Regine di Spagna che hanno interpretato la sessione estiva in maniera quasi opposta. Il Barcellona di Laporta ha portato in squadra tanti nuovi titolari, cambiando il volto di una squadra che aspira a vincere trofei già dalla stagione corrente; il Real di Florentino Perez ha lasciato l'attacco così com'è operando due acquisti importanti, uno in difesa e uno a centrocampo.

80 i milioni spesi dai blancos per Tchouameni a cui si aggiunge Rudiger a parametro zero, 92 circa quelli incassati dalle cessioni che portano il bilancio spese-entrate in positivo di 12. Ben 153 invece i milioni investiti dai blaugrana per Lewandowski, Kounde e Raphinha, ai quali si aggiungono i colpi a parametro zero Kessie, Christensen, Bellerin e Marcos Alonso. Soltanto 35 invece i milioni incassati dalle cessioni, con un saldo negativo di 118 e tanti uomini partiti o in prestito o a titolo gratuito.

La panchina del Barcellona

Formazione Tipo, 4-3-3. Ter Stegen; Kounde/Bellerin, Araujo, Eric Garcia/Kounde, Alonso/Baldé; Busquets, Pedri, Gavi/De Jong; Dembelé, Lewandowski, Raphinha. All. Xavi

Le gerarchie possono sempre cambiare nel corso della stagione e spesso accade nel corso della stagione, soprattutto quando si hanno a disposizione rose lunghe e di qualità. Jordi Alba e Sergi Roberto sono delle certezze a cui Xavi sa di potersi affidare sempre, nonostante il rendimento sia leggermente calato. Christensen al momento è indietro rispetto ai compagni di reparto, mentre a centrocampo Kessie potrebbe sorprendere e inserirsi nella staffetta a cui parteciperanno Gavi e De Jong. Per quanto concerne il reparto offensivo, il Barça può vantare un intero tridente, ma dei tre quello che può realmente insidiare Dembelé e Raphinha al momento sembra essere Ansu Fati.

Ansu Fati, Ferran Torres, Frenkie De Jong, Pedri Gonzalez
FC Barcelona v Pumas - Club Friendly / Soccrates Images/GettyImages
  • Iñaki Peña
  • Gerard Pique
  • Jordi Alba
  • Andreas Christensen
  • Sergi Roberto
  • Frenkie de Jong
  • Miralem Pjanic
  • Frank Kessie
  • Ansu Fati
  • Ferran Torres
  • Memphis Depay

La panchina del Real Madrid

Formazione Tipo, 4-3-3. Courtois; Carvajal, Militao/Rudiger, Alaba, Mendy/Alaba; Tchouameni, Modric, Kroos/Valverde; Valverde/Rodrygo, Benzema, Vincius Jr. All. Ancelotti

L'addio di Casemiro nell'ultimo periodo della finestra di mercato ha trasformato Tchouameni nel mediano titolare del Real Madrid, con Camavinga e Dani Ceballos dietro nelle gerarchie ed eventuali sostituti come mezz'ali. In difesa Ancelotti può sempre affidarsi a Nacho come riserva da posizionare ovunque, far riposare Carvajal con Lucas Vazquez e alternare Rudiger nella coppia Militao-Alaba. In avanti tante soluzioni: Rodrygo si prende spesso una maglia da titolare, mentre al momento il ruolo di vice-Benzema è occupato da Hazard, con Asensio un po' in ombra.

Rodrygo
Real Madrid v Real Mallorca - La Liga Santander / Soccrates Images/GettyImages
  • Andriy Lunin
  • Nacho
  • Antonio Rudiger
  • Lucas Vazquez
  • Dani Ceballos
  • Eduardo Camavinga
  • Rodrygo
  • Mariano Diaz
  • Eden Hazard
  • Marco Asensio

Secondo voi, chi ha la panchina più forte?

facebooktwitterreddit