Quando l'età è solo un numero. Da Cavani a Bonaventura, gli over 30 che stanno animando il calciomercato

FBL-FRA-LIGUE1-PSG-BORDEAUX
FBL-FRA-LIGUE1-PSG-BORDEAUX | FRANCK FIFE/Getty Images

Fino a qualche decennio fa, quando oltrepassavano la soglia dei 30 anni i calciatori appendevano le scarpe al chiodo o, al massimo, partivano per concludere la carriera in qualche luogo esotico. Ora, però, non è più così, anzi. Negli ultimi giorni, infatti, a occupare le prime pagine dei giornali sono stati proprio gli over 30, ricercatissimi sul mercato. Andiamo a vedere i più caldi.

1. Edinson Cavani

Borussia Dortmund v Paris Saint-Germain - UEFA Champions League Round of 16: First Leg
Borussia Dortmund v Paris Saint-Germain - UEFA Champions League Round of 16: First Leg | Jörg Schüler/Getty Images

Il nome più caldo è sicuramente il suo, Edinson Cavani. L'attaccante del Paris Saint Germain va in scadenza il prossimo 30 giugno (o, comunque, alla fine dell'attuale stagione) e, a dispetto della carta d'identità che ormai recita 33 anni, l'uruguaiano è ancora considerato uno dei migliori 9 in Europa e, per questo, appetito sul mercato. Se, come sembra. infatti, i parigini non gli proporranno il rinnovo, su Cavani sono prontissime due big. Da una parte l'Atletico Madrid del Cholo Simeone che gli propone un ricco contratto da 10 milioni a stagione, oltre alla possibilità di restare in una squadra sempre e comunque in Champions League. Dall'altra l'Inter. I nerazzurri, dopo il tentativo dello scorso anno, ci stanno riprovando, mettendo sul piatto un ingaggio inferiore a quello offerto dai Colchoneros, ma un progetto, forse, più ambizioso. Ricordiamo che già prima del passaggio al Napoli Cavani sembrava dover finire all'Inter. Che sia la volta buona? L'unica certezza è che lo vedremo ancora super protagonista.

2. Zlatan Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic
AC Milan v Juventus - Coppa Italia: Semi Final | Alessandro Sabattini/Getty Images

Un altro nome su cui c'è un gran vociare è quello di Zlatan Ibrahimovic. Il fuoriclasse svedese è tornato a gennaio al Milan per aiutare la squadra di Pioli a risollevarsi e, in parte, c'è riuscito. Ibra, infatti, ha dato il suo contributo in campo e fuori, portando Rebic, Castillejo e Calhanoglu a rendere come mai avevano fatto tra le fila rossonere. Tuttavia, a fine stagione, le strade tra l'ex PSG e il Milan si potrebbero nuovamente separare. I rossoneri, al momento, non hanno ancora preso una decisione definitiva sul suo conto, anche se l'addio sembra la soluzione più probabile data la volontà dell'amministratore delegato, Ivan Gazidis, di cominciare un progetto basato sui giovani. Se davvero andrà così, le alternative non mancano allo svedese. Nonostante si tratti di un 38enne che va per i 39, infatti, su di lui ci sono due squadre in ascesa come Bologna e Fiorentina. Società che vogliono fare di Ibra il faro della rosa che tenterà di raggiungere la qualificazione all'Europa.

3. Olivier Giroud

Olivier Giroud
Chelsea FC v Everton FC - Premier League | Shaun Botterill/Getty Images

L'attaccante del Chelsea ha occupato le prime pagine dei quotidiani britannici e italiani per tutto il mese di gennaio. Il francese ex Arsenal, infatti, dato il contratto in scadenza con i Blues sembrava in procinto di lasciare Londra per una nuova avventura. Su di lui, fino all'ultimo giorno di mercato, c'erano tre squadre di prestigio come Inter, Lazio e Tottenham. D'altronde, a dispetto dei 33 anni (quasi 34), Giroud si è dimostrato un ottimo attaccante sia per fare il titolare sia come bomber da panchina in grado di entrare a partita in corso e segnare. Stiamo pur sempre parlando del capocannoniere della scorsa Europa League. Tuttavia il Chelsea, proprio quando sembrava si aspettasse solo la scadenza, ha deciso di sfruttare l'opzione unilaterale di rinnovo, prolungando il contratto di un altro anno. Questo, però, non spegne le voci di mercato. Sembra, infatti, che la Lazio potrebbe comunque riprovarci.

4. Gonzalo Higuain

Gonzalo Higuain
Juventus v Brescia Calcio - Serie A | Emilio Andreoli/Getty Images

Nell'estate del 2018, la Juventus investe tanto per un over 30, Cristiano Ronaldo. Di conseguenza, per equilibrare le entrate con le uscite, il direttore sportivo bianconero, Fabio Paratici, piazza il bomber degli anni precedenti, nonchè l'attaccante che ha deciso lo Scudetto appena qualche mese prima, al Milan. In rossonero, a causa di una rosa non alla sua altezza e di un morale sotto i tacchi a seguito dell'inaspettato trattamento della Juventus, il Pipita non brilla e, così, a gennaio vola in Inghilterra, al Chelsea dal suo maestro, Sarri. Anche lì, tuttavia, continua il periodo negativo con Giroud a rubargli presto il posto. Torna alla Juve, dove ritrova nuovamente l'allenatore toscano. Sarri, però, non sembra puntarci, viene privato della 9, passa tutta l'estate da separato in casa e sembra un giocatore finito. Resta in bianconero e si rivela ancora un attaccante di tutto rispetto. Con lo stop causa Coronavirus, Higuain torna in Argentina, ma scatta un caso per il suo mancato ritorno in Italia nei tempi previsti. Le strade del Pipita e della Vecchia Signora, dunque, sono destinate a separarsi presto. Il 32enne (a dicembre saranno 33), però, come ha dimostrato, può ancora dire la sua e, nonostante le voci sul River Plate, non va esclusa qualche proposta europea.

5. Pepe Reina

Pepe Reina
Genoa CFC v AC Milan - Serie A | Paolo Rattini/Getty Images

Come abbiamo detto in precedenza, il Milan ha intenzione di iniziare un progetto basato sui giovani. Un'idea che ricalca il modello della Red Bull con le sue squadre, Salisburgo e, soprattutto, Lipsia. D'altronde è sempre più probabile che l'uomo che ha dato vita a questo progetto in Germania e Austria, Ralf Rangnick, sarà l'allenatore del Milan targato 2020/2021. Nessuno spazio per gli over 30, dunque, o forse no? Sì, perchè con un Donnarumma dato in partenza a causa della sua voglia di vincere e del suo fin troppo elevato ingaggio, i rossoneri, secondo le indiscrezioni dei giornali. potrebbero puntare su un vecchietto per la porta. Stiamo parlando di Pepe Reina, estremo difensore emigrato in Inghilterra, all'Aston Villa, a gennaio, ma che è ancora del Milan e che, alla soglia dei 38 anni, è ancora un portiere affidabile. Con lui tra i pali, inoltre, la società di via Aldo Rossi potrebbe riservare il budget per altre zone del campo. Infine, se guardiamo il Lipsia vediamo che il portiere, Gulacsi, non è proprio un giovincello (30 anni).

6. Radja Nainggolan

Radja Nainggolan
FC Internazionale v Empoli FC - Serie A | Emilio Andreoli/Getty Images

Dal Milan all'Inter. Sull'altra sponda del Naviglio, infatti, c'è un altro over 30 (32 per l'esattezza) protagonista, Radja Nainggolan. Arrivato come il colpo dell'estate 2018, il Ninja non ha rispettato le aspettative e, anche per via di problemi comportamentali, è stato mandato in prestito al Cagliari durante l'estate successiva. In terra sarda, dove aveva già brillato, Nainggolan è tornato a giocare ai suoi livelli. La società del presidente Giulini, però, come ribadito dallo stesso patron del Cagliari, non ha la disponibilità economica per riscattarlo e, così, il Ninja tornerà alla base. Probabile che sia di passaggio alla Pinetina e che si trovi una nuova soluzione. Le squadre interessate, d'altra parte, non mancano. Fra queste, sicuramente, la Fiorentina e non solo. Si è parlato anche di Milan (anche lui, però, sarebbe in contrasto con i nuovi parametri) e, perfino, di un rientro alla Roma, oltre delle piste turche. Non del tutto impossibile, tuttavia, nemmeno un reintegro all'Inter. Conte ne è un estimatore per via delle sue caratteristiche perfette per il suo calcio. Comunque vada, Nainggolan sarà uno dei protagonisti della prossima sessione di mercato.

7. Giacomo Bonaventura

Giacomo Bonaventura
AC Milan v Torino FC - Serie A | Emilio Andreoli/Getty Images

Chiudiamo tornando al Milan. Tra le fila rossonere, infatti, milita da anni Giacomo Bonaventura. Nelle ultime stagioni, Jack, ha rappresentato una delle colonne portanti della rosa milanista, nonchè spesso uno dei pochi da salvare in annate buie. Data l'età anagrafica appena sopra i 30 (ad agosto saranno 31), però, il Milan ha deciso di non rinnovargli il contratto in scadenza e, così, dopo 6 anni, Bonaventura lascerà Milanello. Anche per lui, però, come per gli altri ultra trentenni, non sarà un problema trovare una squadra, anzi. Si sono già materializzate diverse proposte. Tra queste, quella del Torino che cercherà il riscatto dopo una brutta stagione. Quella dell'Atalanta, squadra dove è nato calcisticamente e dove, paradossalmente, potrebbe avere finalmente la possibilità di esordire in Champions League. Infine l'offerta che, al momento, sembra più vicina a convincere il giocatore, ovvero quella della Roma. Lì, infatti, Jack potrebbe ancora far parte di una grande squadra.