Milan

Quali nomi possono elevare davvero lo status del Milan?

Stefano Oriolo
Milan
Milan / Visionhaus/GettyImages
facebooktwitterreddit

Mentre la trattativa per la cessione delle quote di maggioranza con il fondo del Bahrain, Investcorp, procede a gonfie vele, il Milan, dopo la delusione del derby di Coppa Italia, si prepara al big match di domenica contro la Lazio, ma può già sognare in grande per la prossima stagione nel caso il gruppo presieduto da Mohammed Al Ardhi decida di investire nella società rossonera.

Il passaggio da Elliott a Investcorp avrebbe senza dubbio riscontri positivi soprattutto in ottica mercato, con il fondo del Bahrain pronto sin da subito ad investire cifre importantissime già in estate dando una spinta significativa a quel processo di rilancio internazionale iniziato da Elliott.

Il portafogli del fondo arabo non sarà certo una garanzia di successo, ma indubbiamente consentirebbe al Milan una campagna capace di andare ad intervenire con nomi di primo livello specialmente nel reparto offensivo e in quello centrale, viste le difficoltà del Milan in zona gol e vista la partenza di un big come Kessié a centrocampo.

Divock Origi
Origi / Chris Brunskill/Fantasista/GettyImages

Attacco da rifondare

La difesa granitica del Milan in questa stagione è riuscita a tamponare, fino a quanto possibile, le lacune in zona offensiva della squadra di Stefano Pioli. Ibrahimovic, Brahim Diaz, Junior Messias, Ante Rebic, sono tanti i nomi degli attaccanti del Milan in dubbio per la prossima stagione e che di conseguenza dovranno essere rimpiazzati con nomi all'altezza degli obiettivi della nuova società.
Il primo nome per l'attacco è quello di Divock Origi, accostato ormai da tempo al Milan e che sicuramente vista la sua esperienza maturata in Europa alla sua giovane età rappresenterebbe un acquisto ottimo per il presente ed il futuro della società rossonera.

Altri due nomi che potrebbero decisamente elevare lo status del Milan potrebbero essere quelli di Raheem Sterling, che a causa del rapporto burrascoso con Guardiola potrebbe lasciare il Manchester City e quello di Marcos Asensio, in scadenza con il Real, corteggiato dal Milan ormai da anni e che di certo regalerebbe al Milan tantissima esperienza ma soprattutto qualità tecnica.

Investcorp inoltre potrebbe scegliere di puntare sull'usato sicuro guardando direttamente nella nostra Serie A, in quel caso i profili più adatti al momento vista anche la situazione con le rispettive società, sono quelli di Paulo Dybala e Nicolò Zaniolo probabili partenti nella sessione estiva (anche se, ovviamente, in una diversa situazione contrattuale)

Renato Sanches
Renato Sanches / Visionhaus/GettyImages

La soluzione ideale

Infine la questione centrocampo e l'imminente partenza di Kessiè direzione Barcellona. Renato Sanches sembrerebbe essere il sostituto perfetto per dare continuità in quel reparto presto orfano dell'ivoriano con il quale ne condivide le stesse caratteristiche fisiche e tattiche. ma in questo caso il Milan dovrebbe sborsare almeno 20 milioni per portare il portoghese a Milanello, tutt'altro discorso per Tolisso, in scadenza di contratto con il Bayern Monaco e quindi prelevabile a costo zero.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit