Lazio

Quali devono essere i punti fermi della Lazio per la prossima stagione

Stefano Oriolo
SS Lazio v Torino FC - Serie A
SS Lazio v Torino FC - Serie A / Marco Rosi - SS Lazio/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'anno di transizione concesso a Sarri per la Lazio che verrà è quasi terminato e la società capitolina per forza di cose è chiamata a tirare le prime somme, tra possibile partenze e acquisti la dirigenza biancoceleste inizia a pensare già alla prossima stagione per regalare a mister Sarri una squadra competitiva ma principalmente formata da giocatori adatti allo stile del tecnico toscano, cosa che, viste le tempistiche limitate, quest' anno non è stata possibile realizzare.

Sono pochi i punti fermi ma tanti i possibili nomi in entrata e in uscita che sicuramente, Lotito permettendo, vedranno la Lazio protagonista del prossimo mercato estivo.


Questione Difesa

Luiz Felipe Ramos Marchi
Luiz Felipe / Giuseppe Bellini/GettyImages

La difesa, senza ombra di dubbio ha rappresentato la nota dolente della Lazio di Sarri in questa stagione, inoltre, la firma di Luiz Felipe per il Betis e la quasi certa partenza di Francesco Acerbi a fine stagione (visti i dissidi con i tifosi) obbligano la Lazio a muoversi già da ora sul mercato. Uno dei nomi più caldi è quello di Alessio Romagnoli che non rinnoverà il contratto con il Milan a fine stagione. Proprio Romagnoli potrebbe rappresentare il primo tassello della nuova Lazio , inoltre per lui la Capitale è sempre stata una meta gradita in quanto non ha mai nascosto la sua fede laziale.


Il centrocampo

Sergej Milinkovic-Savic
Sergej Milinkovic-Savic / Marco Rosi - SS Lazio/GettyImages

Anche il centrocampo molto probabilmente quest'estate subirà un cambiamento radicale con l'unica certezza che per ora sembra essere quella di Danilo Cataldi, la carta d'identità di Lucas Leiva infatti, costringerà il DS Tare a trovare al più presto un titolare per la linea mediana del campo, si parla molto di Maxime Lopez, ma prima di poter investire la Lazio dovrà cedere almeno uno dei big di reparto e l'attenzione non può che ricadere su i due possibili sacrificabili: Luis Alberto e Milinkovic Savic, quest'ultimo ovviamente, nel caso decidesse di restare in biancoazzurro sarebbe il punto fermo della Lazio di Sarri, tutto dipenderà dalle offerte che Lotito riceverà in estate ma particolarmente dalla volontà del Sergente.


Attacco, l'unica certezza

Mattia Zaccagni
Mattia Zaccagni / Octavio Passos/GettyImages

Certamente l'unica nota positiva di questa stagione e con molte probabilità anche della prossima. Con un Ciro Immobile ormai legato "a vita" alla Lazio e un Mattia Zaccagni in forma straordinaria la Lazio ha sicuramente parte dell'attacco coperto. Ora basta solo slegare la questione Pedro e Felipe Anderson, lo spagnolo resterà nella Capitale ancora un altro anno, ma l'età e le condizioni fisiche non gli consentiranno sicuramente di giocare una stagione intera da titolare, il brasiliano invece, nonostante rappresenti un pupillo di Sarri è ancora messo in discussione viste le solite prestazioni altalenanti. Con un innesto mirato sulle fasce e un degno sostituto di Ciro Immobile il reparto non avrebbe nulla da invidiare alle big della Serie A.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit