Calcio estero

PSG-Real Madrid, quanti intrecci: dalla Superlega a Mbappé, Sergio Ramos e Zidane

Alessio Eremita
Kylian Mbappé
Kylian Mbappé / ATPImages/GettyImages
facebooktwitterreddit

Lo strano destino della Champions League metterà di fronte Paris Saint-Germain e Real Madrid in occasione degli ottavi di finale. È questo l'esito del sorteggio bis (dopo il ricorso presentato dall'Atletico Madrid per un'errata assegnazione delle urne) avvenuto lunedì a Nyon, in Svizzera. La casa della UEFA, acerrima oppositrice della Superlega. La competizione d'élite è il primo fattore che accomuna le due big europee: da una parte il fondatore Florentino Perez, dall'altra il fedele amico di Aleksander Ceferin, Nasser Al-Khelaifi. Dalla scrivania al campo, perché gli intrecci non finiscono qui: sarà la prima volta di Sergio Ramos (infortuni permettendo) contro la sua ex squadra. Il difensore spagnolo non veste più la camiseta blanca dall'estate scorsa, quando ha deciso di non rinnovare con il Real Madrid per concludere la sua carriera sotto le luci della Tour Eiffel. E poi c'è lui, Kylian Mbappé, l'osservato speciale del Real.

UEFA Champions League"Real Madrid v Paris Saint-Germain"
Sergio Ramos, Kylian Mbappé / ANP Sport/GettyImages

Il fuoriclasse francese è in scadenza con il PSG e ha già ceduto alle lusinghe di Carlo Ancelotti, che più volte lo ha contattato per proporgli il trasferimento in Spagna. Risposta positiva che aleggia nell'aria da mesi: dopo il blocco alla cessione imposto dalla dirigenza parigina, ora non ci sono vincoli. E se tutto andrà come deve, PSG-Real Madrid sarà il primo dei due confronti (considerando le gare di andata e ritorno) tra Mbappé e il suo futuro. Infine, come riportato da calciomercato.com, c'è grande attenzione intorno a Zinedine Zidane. Anche lui grande ex del Real Madrid, potrebbe sostituire Mauricio Pochettino sulla panchina del PSG e, di conseguenza, guidare la nuova squadra contro il proprio passato.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit