Juventus

Professor Tencone su Pogba: "C'è un modo per evitare tempi di recupero molto lunghi"

Alessio Eremita
Paul Pogba
Paul Pogba / James Williamson - AMA/GettyImages
facebooktwitterreddit

Fabrizio Tencone, ex responsabile medico della Juventus, si è soffermato sull'infortunio patito nei giorni scorsi da Paul Pogba. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di Tuttosport.

OPERAZIONE - "L'operazione cui sarà sottoposto Pogba tecnicamente è una artroscopia: un intervento che prevede due forellini nella parte anteriore del ginocchio attraverso i quali si introducono una telecamera e gli strumenti chirurgici. Ma, nello specifico, la soluzione terapeutica che si adotta in questi casi può essere di due tipi: o la meniscectomia, cioè l'asportazione del pezzettino di menisco rotto; oppure la sutura meniscale, cioè la cucitura della zona di lesione del menisco". 

Paul Pogba
Paul Pogba / James Williamson - AMA/GettyImages

SUTURA DEL MENISCO - "La sutura meniscale prevede dei tempi di recupero molto lenti rispetto alle minimo quattro e massimo otto settimane richieste dalla meniscectomia. Peraltro, essendosi lesionato il menisco laterale, i tempi tendono a essere un po' più lunghi rispetto alle lesioni del menisco mediale. Quando suturi un menisco devi adottare una protezione iniziale molto, molto più lunga con dei tempi finali di ritorno allo sport che arrivano sino a 3-4 mesi. Tempi che mi sembrano inverosimili per Pogba, a maggior ragione considerando che vorrà tornare in campo in tempo per giocare i Mondiali". 

TEMPI DI RECUPERO - "Quasi per tutti la scelta è di solito pressoché obbligatoria. La sutura meniscale può essere consigliabile nei giovanissimi, cioè nei casi in cui cerchi di evitare di portare via un menisco a un ragazzo di 18 o 20 anni. Ma per un atleta trentenne, come Pogba, questa scelta di una semplice meniscectomia è quasi obbligata per evitare tempi di recuperi molto lunghi". 


Segui 90min su Youtube.

facebooktwitterreddit