Serie A

Le probabili formazioni di Monza-Juventus

Giovanni Benvenuto
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Juventus - domenica alle ore 15:00 allo U-Power Stadium - cercherà di archiviare la batosta subita in casa in Champions League contro il Benfica. I bianconeri giocheranno contro il Monza, formazione che al momento non ha inanellato nessuna vittoria nel nostro campionato. Di seguito le probabili formazioni del match.

La probabile formazione della Juventus contro il Monza

La Juventus dovrebbe presentarsi allo U-Power Stadium con un 3-5-2: Szczesny ha recuperato dall'infortunio, ma in porta dovrebbe esserci ancora Perin, con Danilo, Bremer e Bonucci a comporre il trio difensivo. A centrocampo De Sciglio potrebbe prendere il posto dello squalificato Cuadrado giocando come quinto a tutta fascia, con Kostic dalla parte opposta e il trio in mezzo al campo formato da McKennie, Paredes e Miretti. In attacco invece Vlahovic e Kean con quest'ultimo che prenderà il posto dello squalificato Milik.

La probabile formazione della Juventus

Perin - Nulla può sul tap-in al volo di Neres e sul rigore di Joao Mario, si rende protagonista di una grande parata nel secondo tempo. Szczesny è tornato ma gli si può concedere ancora un po' di convalescenza.
Danilo - Allegri contro il Benfica l'ha posizionato nella difesa a tre. E salvo rivoluzioni tattiche dovrebbe continuare a giocare in quella posizione.
Bremer - Fallisce l'occasione di ristabilire la parità nell'ultimo match di Champions. Allegri ripartirà da lui anche nella prossima trasferta.
Bonucci - Più volte ci mette la pezza contro il Benfica, la sua titolarità non dovrebbe essere in discussione.
De Sciglio - Dopo l'ingresso in campo convincente contro il Benfica sarà lui con ogni probabilità a posizionarsi sulla corsia destra al posto di Cuadrado.
McKennie - Nonostante la prova a fari spenti in Europa, Allegri lo riproporrebbe titolare.
Paredes - A lui il compito di dettare i tempi a centrocampo, il centrocampista argentino - nonostante si sia spento nella ripresa del match con il Benfica - dovrebbe ripartire dal primo minuto anche col Monza.
Miretti - Prestazione da dimenticare quella del gioiellino della cantera bianconera in Europa. Suo il fallo che ha portato al rigore per il Benfica, seconda chance per rifarsi al Brianteo.
Kostic - Non sfigura in Champions andando pure vicino al gol, cala nella ripresa ma nonostante questo sarà lui probabilmente l'esterno a tutta fascia del 3-5-2 di Allegri.
Kean - Con l'assenza di Milik suo il compito di formare il tandem con Vlahovic.
Vlahovic - Il centravanti serbo bianconero deve scrollarsi di dosso il digiuno dal gol. All'U-Power una ghiotta opportunità: timbrare il cartellino per scacciare anche le critiche piovute dopo la prova anonima col Benfica.

Monza-Juventus, come possono scendere in campo i bianconeri

Juventus (3-5-2): Perin; Danilo, Bremer, Bonucci; De Sciglio, McKennie, Paredes, Miretti, Kostic; Vlahovic, Kean. Allenatore: Allegri.

La probabile formazione del Monza contro la Juventus

Il Monza invece si dovrebbe presentare con un 4-3-1-2: Di Gregorio in porta con Izzo, Marlon, Marì e Augusto a comporre la difesa a quattro. A centrocampo Colpani e Sensi saranno le due mezzali mentre Rovella - con ogni probabilità - ricoprirà il ruolo di playmaker. Pessina trequartista dietro a Caprari e Mota (quest'ultimo al posto dell'infortunato Petagna).

La probabile formazione del Monza

Di Gregorio - Si rende protagonista di due parate vitali nel corso degli ultimi minuti di gara contro il Lecce. Titolarità non in discussione per lui.
Izzo - Dopo la prova a fari spenti del Via del Mare proverà a rifarsi con la Juve, anche se l'avversario sembrerebbe essere tra i più ostici.
Marlon - Primo tempo ottimo il suo contro il Lecce, cala nella ripresa. Nonostante questo però dovrebbe partire dal primo minuto con la Juve.
Marì - Prova sufficiente nell'ultima trasferta, con Marlon dovrà cercare di arginare Vlahovic e Kean.
Augusto - Poco incisivo in fase di spinta, pulito invece in difesa. Dopo la convincente prestazione con il Lecce, Palladino lo riproporrebbe titolare.
Colpani - Sarà probabilmente uno dei tre della nuova mediana del club brianzolo.
Rovella - Ormai fondamentale per la squadra, ricoprirà il ruolo di play davanti alla difesa.
Sensi - Suo il compito di portare fantasia e brillantezza alla squadra, ormai pedina inamovibile del mosaico tattico del Monza.
Pessina - Sarà lui a fare da ponte tra centrocampo e attacco, ottima prestazione contro il Lecce con qualche pallone interessante nel secondo tempo.
Caprari - Si procura la punizione (poi trasformata da Sensi) contro il Lecce. A lui il compito di scardinare la retroguardia bianconera assieme a Mota.
Mota - Con l'assenza di Petagna farà probabilmente coppia con Caprari. Cercherà di svariare e di non dare punti di riferimento alla difesa della Juve.

Monza-Juventus, come possono scendere in campo i brianzoli

Monza (4-3-1-2): Di Gregorio; Izzo, Marlon, Marì, Augusto; Colpani, Rovella, Sensi; Pessina; Caprari, Mota. Allenatore: Palladino.

facebooktwitterreddit