Serie A

Le probabili formazioni della 36ª giornata di Serie A

Davide Martini
36ª giornata: le probabili formazioni della Serie A
36ª giornata: le probabili formazioni della Serie A / Jonathan Moscrop/Getty Images
facebooktwitterreddit

A dieci giorni dal traguardo della fine di una stagione lunghissima e sofferta, di fatto prolungamento di quella precedente durata quasi un anno, ai protagonisti della Serie A è richiesto un altro sforzo infrasettimanale prima dei 180 minuti conclusivi. Caccia alle energie rimaste e chi può farà turnover, come lo Spezia, che nel derby contro la Samp cerca punti per evitare di soffrire fino alla fine, cambiando ben 8/11 rispetto all'ultima partita. 72 ore dopo un turno che sembra aver emesso verdetti definitivi, Juventus e Benevento provano invece a rimettere tutto in discussione. Il calendario però non è dalla parte degli amici Pirlo e Pippo Inzaghi, che hanno peraltro bisogno anche di buone notizie dalle concorrenti. Per gli ex campioni d'Italia sarà la prima delle due trasferte a Reggio Emilia nell'arco di una settimana, quando l'avversaria sarà 'Atalanta per la finale di Coppa Italia. Mentre l'Inter cerca un'atra passerella nel galà contro la Roma, lotta Champions e salvezza si incrociano a Torino, dove il Milan cercherà la seconda vittoria in città in poche ore per rispondere alla nuova goleada del Napoli.

1. Cagliari-Fiorentina, ore 18.30

Daniele Rugani
Alessandro Sabattini/Getty Images

Cagliari

Rossoblù per lo scatto decisivo verso la salvezza: Semplici ripropone Rugani al posto di Carboni e schiera dall’inizio Zappa, ma come esterno di centrocampo con Nandez opposto al posto di Lykogiannis. Nainggolan pronto a galleggiare tra centrocampo e trequarti.

3-5-2: Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Zappa, Marin, Duncan, Nainggolan, Nandez; Pavoletti, Joao Pedro. Indisponibili: Pereiro, Rog, Sottil. Squalificati: nessuno. All.: L. Semplici.

Fiorentina

Anche i viola cercano i punti per la definitiva tranquillità: Iachini non tocca la formazione che ha battuto la Lazio

3-5-2: Dragowski; Milenkovic, Ger. Pezzella, Caceres; Venuti, Bonaventura, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Vlahovic, Ribery. Indisponibili: Borja Valero. Squalificati: nessuno. All.: G. Iachini.

2. Atalanta-Benevento, ore 20.45

Nicolas Viola
Francesco Pecoraro/Getty Images

Atalanta

Ballottaggio tra Muriel e Zapata, al quale Gasperini potrebbe concedere un turno di riposo già pensando a finale di Coppa Italia e Milan. Pasalic e Miranchuk pronti a dare il cambio a Freuler e Malinovskyi.

4-2-3-1: Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Malinovskyi, Pessina; D. Zapata. Indisponibili: Toloi. Squalificati: nessuno. All.: G. Gasperini.

Benevento

L’ex Inzaghi si gioca le residue speranze di salvezza affidandosi ancora al modulo-base della stagione: Viola titolare in regia al posto di Schiattarella, in difesa torna Tuia che scalza Caldirola.

4-3-2-1: Montipò; Depaoli, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Viola, Ionita; R. Insigne, Caprari; Lapadula. Indisponibili: Foulon, Moncini, Sau. Squalificati: Schiattarella. All.: F. Inzaghi.

3. Bologna-Genoa, ore 20.45

Riccardo Orsolini
Danilo Di Giovanni/Getty Images

Bologna

Svanberg torna titolare e Soriano avanza sulla trequarti al posto di Vignato. Orsolini si riprende il posto da titolare ai danni di Skov Olsen. Ipotesi Sansone a sinistra con Barrow di punta e turno di riposo per Palacio

4-2-3-1: Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio. Indisponibili:, Hickey, Dominguez, Medel, Santander. Squalificati: nessuno. All.: S. Mihajlovic.

Genoa

Grifone deciso a chiudere i conti per la salvezza: i consueti ballottaggi in attacco dove Destro e Pandev insidiano Shomurodov e Scamacca sono gli unici dubbi dell’ex Ballardini.

3-5-2: Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Ghiglione, Zajc, Badelj, Strootman, Zappacosta; Shomurodov, Scamacca. Indisponibili: Biraschi, Criscito, Lu. Pellegrini. Squalificati: nessuno. All.: D. Ballardini.

4. Inter-Roma, ore 20.45

Danilo D'ambrosio
Soccrates Images/Getty Images

Inter

Conte rimescola le carte dopo la passerella contro la Sampdoria per molti non titolari. In difesa tornano De Vrij e Skriniar con turno di riposo per Bastoni. A centrocampo parte dalla panchina Hakimi a favore di Darmian, tornano Barella e Brozovic e chance per Sensi. Conferma per Sanchez, ancora al posto di Lukaku

3-5-2: Handanovic; Skriniar, De Vrij, D’Ambrosio; Darmian, Barella, Brozovic, Sensi, Perisic; Sanchez, Lautaro. Indisponibili: Kolarov, Vidal. Squalificati: nessuno. All.: A. Conte.

Roma

Fonseca conferma la difesa a quattro, ma cambia parecchi uomini rispetto alla goleada contro il Crotone: Darboe allunga la lista degli indisponibili ed è sostituito da Villar. In difesa torna Mancini, davanti Dzeko.

4-2-3-1: Fuzato; Karsdorp, Mancini, Kumbulla, Santon; Villar, Cristante; Pedro, Lor. Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. Indisponibili: Pau Lopez, Calafiori, Smalling, Spinazzola, Darboe, Veretout, Zaniolo, Carles Perez, El Shaarawy. Squalificati: Mancini. All.: P. Fonseca.

5. Lazio-Parma, ore 20.45

Danilo Cataldi
Giuseppe Bellini/Getty Images

Lazio

Formazione da inventare tra infortuni e squalifiche: Cataldi preferito a Escalante come vice Leiva, mentre al posto di Milinkovic c’è Parolo e non Akpa-Akpro. Muriqi unica alternativa in panchina per l’attacco.

3-5-2: Reina; Marusic, Acerbi, S. Radu; Lazzari, Parolo, Cataldi, Luis Alberto, Fares; Immobile, Correa. Indisponibili: S. Milinkovic-Savic, Caicedo. Squalificati: Leiva, A. Pereira. All.: S. Inzaghi.

Parma

D’Aversa riparte da Sohm e Brunetta, uniche luci nel tracollo contro l’Atalanta. In attacco torna Pellè al posto di Cornelius, a destra il più difensivo Laurini preferito a Busi e Conti.

4-3-3: Sepe; Laurini, Dierckx, Osorio, Valenti; Hernani, Sohm, Kucka; Brunetta, Pellè, Gervinho. Indisponibili: Iacoponi, Giu. Pezzella, Brugman, Cyprien, Nicolussi Caviglia, Karamoh, Inglese, Man, Mihaila, Zirkzee. Squalificati: Hernani. All.: R. D’Aversa.

6. Sampdoria-Spezia, ore 20.45

Diego Farias
Gabriele Maltinti/Getty Images

Sampdoria

Ranieri vuole dimenticare il tracollo contro l’Inter. In campo la miglior formazione con il ritorno a centrocampo di Ekdal per l’indisponibile Silva e della coppia titolare in attacco.

4-4-2: Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Jankto; Quagliarella, Gabbiadini. Indisponibili: Silva. Squalificati: nessuno. All.: C. Ranieri.

Spezia

Vietato sbagliare per gli Aquilotti e allora Italiano stravolge la formazione travolta dal Napoli. Confermati appena tre elementi, Provedel, Maggiore e Gyasi: difesa tutta nuova, Pobega vice Ricci in regia, davanti bocciato Verde a favore di Farias e Piccoli titolare al posto di Agudelo.

4-3-3: Provedel; Ferrer, Terzi, Erlic, S. Bastoni; Maggiore, Pobega, Leo Sena; Gyasi, Piccoli, Farias. Indisponibili: Chabot. Squalificati: M. Ricci. All.: V. Italiano.

7. Sassuolo-Juventus, ore 20.45

Jeremie Boga
Alessandro Sabattini/Getty Images

Sassuolo

Trazione anteriore per andare a caccia dell’Europa con Boga titolare a sinistra al posto di Traorè. Altre tre novità rispetto alla formazione vittoriosa a Genova: in difesa tornano Muldur e Kyriakopoulos, a centrocampo Obiang per Lopez.

4-2-3-1: Consigli; Muldur, G. Ferrari, Chiriches, Kyriakopoulos; Locatelli, Obiang; Berardi, Djuricic, Boga; Raspadori. Indisponibili: Romagna, Magnanelli. Squalificati: Marlon. All.: R. De Zerbi.

Juventus

Pirlo cambia mezza squadra dopo il crollo contro il Milan. In porta c’è Buffon e in attacco Dybala al posto di Morata, in difesa tornano Danilo e Bonucci con Cuadrado che scala a centrocampo al posto di McKennie. Bentancur lascia spazio ad Arthur in regia

4-4-2: Buffon; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado, Arthur, Rabiot, Chiesa; Dybala, Cristiano Ronaldo. Indisponibili: nessuno. Squalificati: nessuno. All.: A. Pirlo.

8. Torino-Milan, ore 20.45

Samuel Castillejo
Soccrates Images/Getty Images

Torino

Emergenza in difesa per Nicola, che stravolge la squadra a centrocampo e in attacco dopo le ultime, opache prestazioni: riposo per Rincon, Verdi, Ansaldi e Sanabria e chance da titolari per Baselli, Linetty e l’ex Rodriguez. Torna dal primo minuto anche Singo

3-5-2: Sirigu; Lyanco, Bremer, Buongiorno; Singo, Baselli, Mandragora, Linetty, Rodriguez; Sanabria, Belotti. Indisponibili: V. Milinkovic-Savic, Izzo, Murru, Nkoulou. Squalificati: Nkoulou. All.: D. Nicola.

Milan

Per la seconda trasferta torinese in tre giorni Pioli cambia solo due pedine, entrambe per necessità: Rebic per Ibrahimovic in attacco, mentre Castillejo rientra dalla squalifica e dà il cambio a Saelemaekers, fermato dal Giudice.

4-2-3-1: G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, Hernandez; Bennacer, Kessié; Castillejo, Brahim Diaz, Calhanoglu; Rebic. Indisponibili: Ibrahimovic. Squalificati: Saelemaekers. All.: S. Pioli.

9. Crotone-Verona, giovedì ore 20.45

FC Crotone v Benevento Calcio - Serie A
Maurizio Lagana/Getty Images

Crotone

Cosmi propone tante novità dopo l’ennesimo tracollo difensivo. Tutto nuovo il terzetto arretrato, a centrocampo tornano Pereira e Petriccione e seconda da titolare in Seie A per il 2002 Luis Rojas.

3-5-2: Cordaz; Cuomo, Marrone, Luperto; Pereira, Messias, Petriccione, Rojas, Molina; Simy, Ounas. Indisponibili: Reca, Di Carmine. Squalificati: nessuno. All.: S. Cosmi.

Hellas Verona

Dopo lo sfogo post-Torino l’ex Juric cambia 2/11 della formazione: Lasagna si riprende il posto da titolare in attacco al posto di Kalinic e in difesa c’è Dimarco per Dawidowicz

3-4-2-1: Pandur; Gunter, Ceccherini, Dimarco; Faraoni, Barak, Ilic, Lazovic; Salcedo, Zaccagni; Lasagna. Indisponibili: Benassi, Veloso, Vieira. Squalificati: nessuno. All.: I. Juric.

facebooktwitterreddit