Euro 2020

Presentazione I Nostri 21: Christoph Baumgartner

Marco Deiana
I Nostri 21: Christoph Baumgartner
I Nostri 21: Christoph Baumgartner / 90min
facebooktwitterreddit

La Bundesliga negli ultimi anni ha ospitato diversi grandi talenti, ma in pochi hanno impressionato come Christoph Baumgartner, giocatore in forza all'Hoffenheim.

L'ormai 21enne è diventato titolare nella prima squadra del club tedesco nella stagione 2019-20, risultando - oltretutto - uno dei migliori centrocampisti della Bundesliga nella stagione appena terminata.

Ora il giocatore è un pilastro della formazione austriaca e in vista di Euro 2020 in programma a partire dall'11 giugno, è stato selezionato ne I Nostri 21 di 90min. Quindi, prima di assistere a questa competizione (posticipata di un anno a causa della pandemia), in questo articolo troverai tutto ciò che devi sapere sulla stellina dell'Austria.

Come si è comportato in questa stagione

Non è stata una stagione indimenticabile per l'Hoffenheim, considerato il piazzamento a metà classifica in Bundesliga, più vicini alla zona retrocessione che in lotta per un posto in Europa. Ma, nonostante ciò, Baumgartner è riuscito a mostrare al pubblico il proprio talento, rivelandosi una vera r propria stella.

In questa stagione ha eguagliato il suo bottino di 11 gol (registrato anche lo scorso anno) e ha esordito in Europa League, disputando 8 gare impreziosite da 3 gol e 2 assist, con l'Hoffenheim il cui cammino si è poi interrotto ai sedicesimi di finale.

Per l'Hoffenheim è stata una stagione da ben 44 gare tra campionato e coppe varie e la stellina austriaca ha saltato appena tre match, tutti per infortunio o squalifica, mai per scelta tecnica. Inoltre è stato sempre convocato dalla sua nazionale (tenuto fuori solamente a causa del Covid-19 dal suo debutto nell'aprile 2020); d'altronde con uno score di 9 partite, tre gol e due assist, sarebbe anche assurdo non convocarlo.

La sua posizione preferita

A volte la duttilità tattica di un giovane giocatore può essere un ostacolo nella sua crescita, ma nel caso di Baumgartner, la capacità di poter giocare in qualsiasi posizione dietro la prima punta, non ha fermato i suoi progressi.

Per tutta la stagione 2020-21 è stato schierato sulla trequarti campo o all'occorrenza come centrocampista centrale. Senza dubbio però la sua posizione migliore è quella di numero 10 (dietro la punta), dove oltretutto è stato schierato più spesso.

"In un 4-2-3-1 da numero dieci: questa è la mia posizione preferita. Mi piace anche giocare in profondità ma crescendo sono sempre stato più un trequartista", così si è autodefinito Christoph Baumgartner.

La sua capacità di pressare alto e con energia, oltre alle spiccata capacità di farsi trovare tra le linee, negli spazi liberi, lo rendono una costante minaccia per gli avversari quando gioca come trequartista dietro l'unica punta.

A chi somiglia?

Essendo un giovane numero 10, è abbastanza prevedibile - forse anche scontato - il paragone con Mesut Ozil. Ma Baumgartner, pur avendo la capacità di mandare a rete i compagni, ha uno stile di gioco più a tutto campo e ciò lo rende molto più simile a Thomas Müller.

Il pressing feroce, l'abilità nel trovare spazi liberi e pericolosi oltre al senso del gol, sono delle caratteristiche chiave che lo avvicinano maggiormente alla leggenda del Bayern Monaco.

Cosa hanno detto di lui

"Baumi, in particolare, fa molto bene il lavoro tra le linee della difesa avversaria. All'inizio mancava nell'ultimo tocco, ma negli anni ha migliorato questa abilità. Abbiamo sempre visto del potenziale". (Alfred Schreuder)

"Baumi è un giocatore di grande talento, con spiccate doti tecniche e un buon senso dello spazio in attacco. Di conseguenza, trova sempre la soluzione anche in situazioni di gioco particolari ed è sempre pericoloso sotto porta". (Alexander Rosen)

"Ha sicuramente le carte in regola per giocare molte partite in Bundesliga. Si vede che è un grande calciatore". (Oliver Baumann)

Valutazione e potenziale su FIFA 21

Al momento Baumgartner - o Baumi, che dir si voglia - vanta una carta base con overall 76 che, con il tempo e con l'allenamento nella modalità carriera può arrivare fino a 84; appare però molto probabile che su FIFA 22 riceverà una valutazione decisamente più alta.

Valutato circa 15 milioni di euro con un ingaggio da 20mila euro settimanali, per ingaggiarlo nella modalità carriera di FIFA 21 bisognerà avere a disposizione un discreto budget, ma assicurerà un giocatore dall'ottimo dribbling, un potenziale finalizzatore letale e un centrocampista offensivo rapido e creativo. Ne vale la pena!

Valutazione su Football Manager

Sfortunatamente Baumgartner non ha il tag di Wonderkid (che su Football Manager distingue i talenti dai potenziali crack mondiali), ma con meno di 2 milioni di euro e uno stipendio minimo, l'investimento è garantito.

È più adatto al ruolo di trequartista ma la sua duttilità tattica gli permette di giocare in qualsiasi ruolo dell'attacco e del centrocampo. La stellina austriaca ha anche ottime statistiche fisiche e mentali (indispensabili per la crescita di un talento su FM), oltre naturalmente alla sua facilità di tiro. Vista la giovane età, se allenato bene, può diventare un giocatore chiave in qualsiasi squadra nel giro di qualche anno.

Che scarpe indosserà a Euro 2020

Avendo recentemente optato per delle scarpe Adidas Nemeziz 19+, è probabile che durante Euro 2020 Baumi possa indossare una variante di questo modello.

Quanto giocherà a Euro 2020

C'è una certezza e un dubbio. La certezza è che giocherà, sicuro; il dubbio è in quale posizione verrà schierato. È stato utilizzato nel tridente offensivo dal CT Franco Foda già dal suo debutto e solamente da marzo è stato - finalmente - utilizzato da numero 10, anche se ciò è successo in due delle ultime quattro gare dell'Austria.

In ogni caso, con i suoi tre gol e due assist in nove presenze, ha già dimostrato di essere importante per sua nazionale e fa parte di quei giocatori intoccabili insieme a David Alaba, Marcel Sabitzer, Marko Arnautovic e Sasa Kalajdzic. Lui potrebbe essere l'elemento creativo che spingerà l'Austra verso la fase ad eliminazione diretta. Chissà. Tenete gli occhi bene aperti.

facebooktwitterreddit