Milan

Presentata ufficialmente la terza maglia del Milan per la stagione 2021-22

Casa Milan
Casa Milan / Marco Luzzani/Getty Images
facebooktwitterreddit

Puma e Milan hanno presentato la nuova terza maglia rossonera per la stagione 2021-22. Questa casacca verrà indossata non solo dalla prima squadra maschile, ma anche dalle squadre giovanili e dal Milan Femminile.

La maglia rispetta le anticipazioni pubblicate nei giorni scorsi: un mix tra maglia da calcio e cultura streetwear.

Il comunicato del Milan

PUMA ha presentato oggi il Third kit AC Milan per la stagione 2021/22 che verrà indossato dalle squadre maschili, femminili e giovanili nelle loro rispettive competizioni. La nuova maglia, audace e innovativa, interpreta il design tradizionale riscrivendone le regole per superare i confini classici del design delle divise da calcio.

Nell’ambito del movimento Faster Football di PUMA, il brand punta a sfidare le convenzioni, a innovare e portare prodotti inediti nel mondo del calcio. Il Third kit AC Milan 2021/22 crea una nuova espressione dell’identità del club sulla parte frontale della maglia re-immaginando il tradizionale kit da calcio in un nuovissimo approccio che fonde calcio e cultura streetwear.

PUMA e AC Milan trascendono così le convenzioni celebrando il nome e l’identità del club come elemento centrale della maglia. La raffinata maglia nera ha come protagonista lo stemma del club, riposizionato sul retro, sotto al collo, e utilizzato in modo innovativo con una grafica tono su tono ripetuta in rilievo sul tessuto per creare un effetto unico e di grande impatto. La caratteristica più evidente della maglia è il posizionamento centrale del nome del club 'AC MILAN', che decora il petto con il font esclusivo del club, e il cat di PUMA posizionato al centro per dare equilibrio al design visionario.

"Sono entusiasta del design, è davvero unico. Il nome sul davanti è un elemento estremamente cool e l'effetto con tutti i badge integrati nel tessuto è straordinario", ha dichiarato l’attaccante di AC Milan Olivier Giroud.

facebooktwitterreddit