Milan

Porto-Milan 1-0, le pagelle dei rossoneri: male l'attacco, Kjaer solita roccia

Andrea Gigante
Simon Kjaer
Simon Kjaer / Quality Sport Images/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Milan perde 1-0 il Porto e resta a 0 punti nel girone B di Champions League. A questo punto, il cammino europeo dei rossoneri è complicatissimo. Ecco le pagelle dei rossoneri di Stefano Pioli:

Luis Diaz
Luis Diaz / Quality Sport Images/GettyImages

Tatarusanu 5.5 - Il portiere rossonero non ha compiuto alcun intervento significativo. Sul tiro di Luis Diaz avrebbe potuto spingere meglio sulle gambe e allungare meglio il braccio. È un po' pesante nell'intervento

Calabria 5.5 - Come sempre ci mette il cuore in ogni intervento e in ogni discesa sulla fascia. Tuttavia, il solito feeling con Saelemaekers stasera non si è visto e la corsia di destra ha faticato a ingranare. Inoltre, soffre la presenza di un avversario ostico come Luis Diaz.

Kjaer 6.5 - La retroguardia rossonera fa sempre più, ma lui mette una pezza a ogni errore dei compagni. Senza di lui, il risultato sarebbe stato più severo.

Tomori 5.5 - Quando il Milan prova a costruire dal basso, mostra più di una difficoltà. In fase difensiva, mostra la solita affidabilità (dal 58' Romagnoli 6 - compie alcune buone chiusure e degli anticipi precisi).

Ballo Touré 5 - Una discesa palla al piede al 50' è l'unica cosa buona che fa nella partita. Per il resto, passaggi sbagliati e un anticipo mancato che poteva costar caro ai rossoneri (dal' 58' Kalulu 5 - Un giocatore entrato da 2 minuti non può farsi saltare con così tanta facilità sulla fascia. Il suo errore propizia l'1-0 del Porto).

Tonali 6 - Parte forte con interventi puntuali e strappi palla al piede interessante. Passano i minuti e si spegne pian piano, non riuscendo più a fronteggiare il centrocampo portoghese. (dal 67' Bakayoko 5 - Sembra quasi che sia entrato per picchiare gli avversari, piuttosto che per giocare a calcio. Guarda più gli avversari del pallone).

Bennacer 6 - Corre a destra e a manca, recupera palla e la smista con aperture lunghe e misurate al millimetro. Col passare del tempo, il forcing del Porto diventa maggiore e in occasione del gol subisce la fisicità di Taremi.

Saelemaekers 5 - Nessun dribbling, nessuna conclusione verso la porta e nessuno sprint: il Milan confidava nel belga per conferire fantasia all'attacco, ma le cose sono andate diversamente.

Krunic 5 - Per tutta la partita non riesce mai a proporsi tra le linee per suggerire la linea di passaggio ai compagni. Senza un vero trequartista di ruolo, i rossoneri fanno fatica ad in avanzare (dall'82 Maldini sv).

Rafael Leao 5.5 - Gioca 20 minuti d'alto livello, ma anche lui sparisce pian piano dai radar di gioco. Si propone per farsi dare palla e permettere ai compagni di salire, però i difensori portoghesi hanno sempre la meglio.

Giroud 5 - Da un attaccante navigato come lui, ci si aspetta che da quella posizione inquadri la porta; invece il francese si coordina in maniera goffa e cicca un pallone che avrebbe messo in discesa la gara (dal 58' Ibrahimovic 5.5 - Entra e spara un calcio di punizione alle stelle. Vedendolo correre, si capisce che la condizione atletica è tutt'altro che accettabile).


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit