Milan

Pioli: "Sono felice. Scudetto meritato perché siamo i più forti"

Marco Deiana
Stefano Pioli
Stefano Pioli / Chris Ricco/GettyImages
facebooktwitterreddit

La vittoria sul Sassuolo, la festa, i balli sotto la curva al coro "Pioli is on fire". Stefano Pioli, tecnico del Milan Campione d'Italia, alla fine della grande festa si è presentato ai microfoni di DAZN per parlare della stagione, della squadra e dello Scudetto. Queste le sue parole.

"I miei giocatori sono dei fenomeni. Sono felice per loro, per me, per lo staff, per il club e per i tifosi che si meritano questo Scudetto. Sono davvero felice. Siamo stati più continui dell'Inter. L'ultima partita persa è stata contro lo Spezia e non dovevamo perderla. La squadra non ha mai mollato, i giocatori sono stati fantastici, sia chi ha giocato di più che di meno. Abbiamo meritato lo scudetto perché ci abbiamo creduto di più, abbiamo meritato perché siamo una squadra forte e ho avuto al mio fianco due grandi dirigenti come Maldini e Massara".

"Io e lo staff ci siamo divertiti tanto a lavorare con questi ragazzi. I giocatori conoscono bene il nostro modo di giocare. È la cosa più bella che rimane del nostro lavoro. Noi volevamo migliorare il campionato dell'anno scorso e sapevamo che se l'avessimo fatto avremmo lottato per qualcosa di importante. Siamo una squadra forte, siamo stati coraggiosi".

"Io voglio sempre migliorare i miei giocatori ma in questo è fondamentale il talento dei giocatori. Se migliori i singoli, migliori tutta la squadra e viceversa. È stato un percorso che ci ha portato ad essere i più forti. Complimenti davvero a tutti".

"Theo ha tutto dentro, ha fatto un fatto un salto di qualità nella mentalità dentro e fuori dal campo. È un top in tutto, un ragazzo fantastico. Io miglior allenatore dell'anno? Merito dei ragazzi e della società. Senza di loro non sarebbe stato possibile quello che abbiamo fatto".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit