Milan

Pioli: "De Ketelaere farà divertire i tifosi. Leao? L'ho sempre visto sereno"

La redazione di 90min
Stefano Pioli
Stefano Pioli / SOPA Images/GettyImages
facebooktwitterreddit

Grazie ai gol di Rafael Leao e Olivieri Giroud, il Milan risolve la pratica Bologna e torna al successo dopo il pareggio di Bergamo. Al termine della partita di San Siro, Stefano Pioli è stato intercettato dai microfoni di DAZN, dove ha commentato la prestazione dei suoi giocatori; ecco cosa ha dichiarato il tecnico dei rossoneri:

Cosa la rende più felice?
"Il lavoro della squadra. Abbiamo lavorato con ritmo ed energia. Possiamo fare ancora meglio, ma l'impegno dei giocatori fa la differenza. Le aspettative ce le siamo alzati da soli, perché vogliamo fare sempre di più. Io vedo i giocatori desiderosi di vincere ancora, abbiamo ancora fame. Poi lavoreremo sui particolari per essere più lucidi. Oggi abbiamo cercato troppo la profondità".

Si è arrabbiato per non aver chiuso prima la partita?
"Arrabbiare no. Lavoriamo tanto e non mi piace il possesso palla. Mi piace guardare avanti e voglio attaccanti che stressano la difesa avversaria. Chi ha la palla deve capire quando verticalizzare, altrimenti si deve gestire la palla. Quando riusciremo a farlo con lucidità saliremo di livello, ma sono comunque contento della prestazione".

Su Charles De Ketelaere:
"Ho solo sensazioni positive. Deve conoscere i compagni e il campionato. Ha un potenziale importante ed è un ragazzo intelligente. Se lavorerà con la stessa disponibilità crescerà ancora. Ci vuole tempo perché deve imparare a gestire meglio la palla. Questo processo lo farà. Sono certo che farà divertire i tifosi".

Cosa chiede ai trequartisti?
"Oggi ho chiesto a De Ketelaere di giocare vicino a Giroud, quindi da attaccane aggiunto. Poi dipende dalle caratteristiche dei giocatori e da quelle dei nostri avversari. Abbiamo fatto bene, ma potevamo fare meglio su alcuni movimenti. Sono situazioni che vediamo di volta in volta".

Sulle continue rotazioni:
"Continueremo a giocare per la squadra. Non è importante la quantità dei minuti, ma la qualità. Quest'anno è una stagione diversa. Ho chiesto una squadra completa alla società e voglio che tutti i giocatori dimostrino le proprie proprietà. Finché vedrò la voglia di lavorare e la generosità manderò tutti in campo".

Su Rafael Leao:
"Lo vedo continuo e sereno. Sa che ha potenziale ma che deve migliorare. Non l'ho mai visto con la testa altrove. È un essere umano, può capitare una giornata no".

Su Thiaw:
"Non è ufficiale ma domani fa le visite mediche".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit