Inter

Pinamonti: "Zhang e Ausilio mi hanno scritto. Futuro? Voglio un top club"

Giovanni Benvenuto
Pinamonti
Pinamonti / Gabriele Maltinti/GettyImages
facebooktwitterreddit

Andrea Pinamonti, centravanti di proprietà dell'Inter attualmente all'Empoli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Il bomber di Cles si sofferma sul suo rapporto con la piazza nerazzurra, oltre al presente nel club toscano e al futuro. Ecco quanto emerso.

Sui gol: "In partenza volevo almeno pareggiare il mio record di cinque gol, la doppia cifra ho cominciato a inseguirla durante la stagione. Sono uno che guarda ai fatti e pensa step by step: volevo i cinque gol, ma dentro di me sapevo che l’asticella poteva essere alzata più in alto. Ci sono riuscito e mi sento gratificato".

Andrea Pinamonti:André Frank Zambo Anguissa
Pinamonti in Empoli-Napoli / Gabriele Maltinti/GettyImages

Sui messaggi di Zhang e Ausilio: "Sì, dopo la partita il presidente Corsi mi ha preso da parte e me lo ha detto del messaggio di Marotta. La cosa mi ha lusingato, ma poi sono arrivati pure altri messaggi che mi hanno reso molto felice. Mi hanno scritto il presidente Zhang e il d.s. Ausilio, è stato davvero emozionante. Ho risposto a entrambi la stessa cosa: "Spero che questa doppietta possa rivelarsi importante per aiutare l’Inter a vincere di nuovo lo scudetto..."".

Sul futuro: "Sapere di avere estimatori in Italia e all’estero mi stimola a fare sempre di più per far sì che possano anche aumentare i club interessati: così avrei più scelta quando ci sarà da decidere il mio futuro. Voglio diventare un giocatore importante in una squadra importante. Senza togliere assolutamente nulla all’Empoli a cui sarò sempre grato per la possibilità che mi ha dato di mettermi in mostra. Però dentro di me so che il mio obiettivo è continuare a crescere e ambire a palcoscenici più importanti: da protagonista però, non più come comparsa".

Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit