Inter

Perché per Perisic la permanenza all'Inter è la scelta migliore

Stefano Bertocchi
Ivan Perisic
Ivan Perisic / Marco Luzzani/GettyImages
facebooktwitterreddit

La notizia delle ultime ore è che Ivan Perisic è sempre più vicino al rinnovo con l'Inter. Il contratto in scadenza il 30 giugno (e l'eventuale addio da svincolato) hanno fatto strada alle classiche voci di mercato, anche se la priorità di entrambe le parti è di continuare l'avventura insieme. E c'è più di un motivo per approvare la decisione.

Perché per Perisic la permanenza all'Inter è la scelta migliore

Ivan Perisic
Ivan Perisic / Marco Luzzani/GettyImages

In primis per il lato emotivo. Perisic è sbarcato nella Milano nerazzurra diversi anni fa, precisamente nell'agosto del 2015 dopo la fine del rapporto con il Wolfsburg, vivendo in prima persona la crescita sua e dell'Inter: dagli anni difficili in Europa League e senza un ruolo da protagonista in campionato fino al ritorno in Champions League e alla vittoria di nuovi trofei come lo Scudetto.

L'avventura di Perisic con il nerazzurro è stata 'interrotta' solo dalla vincente parentesi al Bayern Monaco: dopo quell'annata, Ivan è tornato Terribile e l'ha fatto con la maglia del Biscione, rilanciandosi come top player a tutta fascia nel 3-5-2 di Conte prima e di Inzaghi poi. E l'aspetto tattico (oltre che ambientale) è l'altro elemento da tenere in seria considerazione: Perisic è reduce dalla sua miglior stagione in carriera perché ha trovato la giusta dose di fiducia e la posizione in campo che ne esalta al meglio le caratteristiche tecniche e fisiche. In passato nel 4-3-3, soprattutto all'Inter, Ivan è stato quasi sempre discontinuo. Ora invece la continuità è un elemento presente e facilmente visibile, come l'amore dei tifosi che prima lo criticavano.

Adesso la palla passa a Perisic, ma la permanenza all'Inter (per ovvi motivi) sarebbe la scelta migliore.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit