Perché non è scattata la scintilla tra Kessié e il Barcellona?

Francesco Castorani
FC Barcelona v Real Valladolid CF - LaLiga Santander
FC Barcelona v Real Valladolid CF - LaLiga Santander / David Ramos/GettyImages
facebooktwitterreddit

Cosa succede tra Franck Kessié e il Barcellona? Stando a quanto riportato dalla Spagna, da Mundo Deportivo e dal giornalista Gerard Romero, l'agente del centrocampista ivoriano George Atangana e i dirigenti dei blaugrana hanno avuto un colloquio.

Il motivo potrebbe essere lo scarso utilizzo del centrocampista, annunciato tra i primissimi colpi del Barça e poi relegato troppo spesso in panchina dall'inizio della stagione alla sosta per il Mondiale. Questione di adattamento, forse, di gerarchie e di piani saltati durante il mercato anche. Come immaginavano il centrocampo Laporta e Xavi prima dell'inizio dell'estate? Nei piani c'era anche Frenkie de Jong?

Franck? No, Frenkie

Le sirene inglesi (Manchester United e in extremis Chelsea) hanno inseguito il centrocampista del Barcellona per mesi e, in un determinato periodo, la sensazione era che anche la società catalana premesse per il volo solo andata verso il Regno Unito di de Jong (sensazione poi smentita da Laporta stesso). L'olandese ha però scelto con forza e convinzione il Barça reclamando spazio nell'undici di Xavi.

Frenkie De Jong
Netherlands v Qatar: Group A - FIFA World Cup Qatar 2022 / BSR Agency/GettyImages

Spazio di conseguenza tolto a Franck Kessié. Frenkie de Jong è uno dei centrocampisti più forti al mondo, che già conosce l'ambiente e la filosofia blaugrana. Avere uno come lui in rosa e lasciarlo in panchina è uno spreco senza senso al quale Xavi ha ovviamente rinunciato. Ed è anche il motivo per cui l'olandese è partito undici volte dal primo minuto e l'ivoriano soltanto cinque.

Confrontando il minutaggio dei centrocampisti di Xavi, le gerarchie sono abbastanza chiare. C'è Pedri, inamovibile con più 1400 minuti, poi Busquets con un centinaio di minuti in più rispetto a Gavi e de Jong. Il ballottaggio prinicipale è tra l'olandese e il più giovane marcatore della Spagna ai Mondiali, con la possibilità per il centrocampista ex Ajax di agire anche in regia al posto di capitan Busquets.

FBL-WC-2022-TRAINING-ESP
FBL-WC-2022-TRAINING-ESP / JAVIER SORIANO/GettyImages

Il trio spagnolo dei blaugrana è stato riproposto in tutte le gare dei gironi in Qatar anche da Luis Enrique e de Jong sta disputando un Mondiale da protagonista con Van Gaal e l'Olanda. Di spiragli per scavalcare qualcuno dei sopracitati nell'idea di calcio di Xavi sembrano essercene davvero pochi.

Ecco perché le voci relative all'imminente futuro di Franck Kessié si intensificano. C'è chi parla di un possibile ritorno a Milano, sponda rossonera o nerazzurra, chi di un trasferimento in Premier League. George Atangana, agente di Franck Kessié, aveva sentenziato così qualche settimane fa sui rumor ai microfoni di Mundo Deportivo (prima dell'incontro nella Ciutat Esportiva Joan Gamper),

FBL-ESP-LIGA-BARCELONA-PRESSER-KESSIE
FBL-ESP-LIGA-BARCELONA-PRESSER-KESSIE / PAU BARRENA/GettyImages

"Sono fake news, è totalmente falso. Non si muove, Kessié continuerà a lavorare per guadagnarsi un posto in squadra. Non è un giocatore che si arrende facilmente. Ha avuto offerte in estate e ha scommesso fortemente sul Barça, È molto contento qui e a Barcellona".

Dichiarazioni senza spazio di manovra, almeno fino a qualche tempo fa. Qualcosa ora potrebbe forse muoversi per un calciatore giunto in una delle migliori squadre al mondo nel momento migliore della sua carriera. Dopo un paio d'anni di protagonismo vero con il Milan e in Serie A, Franck Kessié merita una squadra che esalti il suo valore e le sue caratteristiche.

Gavi
Spain v Costa Rica: Group E - FIFA World Cup Qatar 2022 / Richard Sellers/GettyImages

Se non sarà il Barça non farà certo fatica a trovarne un'altra. Cosa non ha finora funzionato? Probabilmente il fallimento dell'operazione de Jong e l'inaspettata e definitiva esplosione di Gavi.

facebooktwitterreddit