Milan

Perché il Milan deve riscattare Sandro Tonali

Marco Deiana
Il Milan deve riscattare Tonali
Il Milan deve riscattare Tonali / Claudio Villa/Getty Images
facebooktwitterreddit

Poco meno di un anno fa il Milan riusciva a strappare dalla grinfie dei top club italiani e europei, il giovane Sandro Tonali. Costo dell'operazione: 35 milioni di euro. Dieci milioni versati subito nelle casse del Brescia per il prestito oneroso, i restanti 25 milioni da versare nell'estate 2021 (adesso) per riscattare totalmente il cartellino del giocatore.

E se fino ad un anno fa sembrava uno dei colpi più importanti dl Paolo Maldini, forse anche più di Theo Hernandez - arrivato a Milano per 20 milioni dal Real Madrid tra lo scetticismo generale -, oggi rischia di diventare un caso. Il Milan infatti è al lavoro per provare ad abbassare il costo del riscatto da 25 milioni di euro (15 milioni cash più 10 di bonus). Il giocatore infatti non ha pienamente convinto lo staff tecnico e dirigenziale rossonero. Vuoi per qualche infortunio, vuoi per la concorrenza di un super Bennacer (soprattutto ad inizio anno), vuoi per il salto da un club in lotta per la retrocessione ad uno in lotta per la Champions League; fatto sta che il regista classe 2000 non ha rispettato le aspettative.

E oggi, con i conti da mantenere in ordine, anche una spesa da 25 milioni di euro rischia di pesare tanto sulle decisioni finali di Maldini e Massara.

Il danno economico in caso di mancato riscatto

Partiamo da un dato abbastanza evidente. Il Milan può permettersi di spendere 10 milioni di euro per un prestito annuale? No (e non solo i rossoneri!). Perché alla fine è questa la cifra spesa dal club milanista fino a questo momento per le prestazioni di Tonali per una sola stagione.

I 25 milioni di euro per il riscatto non sono pochi, ma con un contratto a lunga scadenza verrebbero ammortizzati nel corso degli anni. C'è di più. Il Milan lavora con il Brescia per ottenere lo sconto e Cellino - secondo i bene informati - sarebbe pronto a rinunciare a 10 milioni di euro (5 milioni del riscatto e 5 milioni di bonus) per venire incontro ai rossoneri, puntando su una alleanza che permetterebbe al patron bresciano di pescare dalla cantera milanista in vista del prossimo campionato di Serie B (che Filippo Inzaghi in panchina, uno che conosce bene l'ambiente Milan).

A questo punto, i 25 milioni di euro totali dell'operazione (più qualche pedina delle giovanili rossoneri in viaggio verso Brescia) sarebbero più che giustificati, considerando la giovane età del calciatore e le prospettive di crescita.

Perché bruciarlo dopo un solo anno?

O si esalta un talento o si distrugge. Non c'è una via di mezzo in Italia. E dopo una buona stagione in Serie A con il Brescia, Sandro Tonali era per gran parte degli addetti ai lavori il regista del futuro. Il nuovo Pirlo.

Dopo un anno con più ombre che luci al Milan, il giocatore rischia di diventare un flop.

Ma una via di mezzo esiste? O no?

Non per giustificare le prestazioni non esaltanti del calciatore, ma Tonali arriva da un bel balzo in avanti da Brescia a Milano, sponda rossonera, con conseguente cambio di mentalità, di compagni e di ambiente. Ma soprattutto di ambizioni.

Inoltre il calciatore si è ritrovato a giocare in uno modulo nuovo. Abituato a giocare da vertice basso in un centrocampo a tre, è stato catapultato - con poca continuità per la presenza di Kessié e Bennacer - in una mediana a due, con compiti tattici diversi.

Le sue qualità tecniche non devono essere messe in discussione e dopo un anno con i colori rossoneri, il prossimo potrebbe essere anche quello della consacrazione.

Perché Sandro Tonali merita il riscatto

Per tutti i motivi sopra riportati, Sandro Tonali merita di continuare la sua avventura al Milan. Dal punto di vista tecnico e mentale, ha un anno in più d'esperienza con la maglia rossonera e partirà nella stagione 2021-22 con maggiori certezze; dal punto di vista economico sarebbe un grosso spreco rinunciare al riscatto e aver speso 10 milioni di euro per un solo anno di prestito.

Senza il suo riscatto per il Milan, oltretutto, non sarebbe facile portare in squadra un giocatore di questa prospettiva per 25 milioni di euro totale (tra prestito e riscatto, bonus compresi).

facebooktwitterreddit