Serie A

Perché Juventus-Salernitana, in ogni caso, non si potrebbe rigiocare

Stefano Bertocchi
Il colpo di testa di Milik in Juventus-Salernitana
Il colpo di testa di Milik in Juventus-Salernitana / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Caos e polemiche nel finale di Juventus-Salernitana, con l'incornata del potenziale 3-2 di Milik resa vana dal fuorigioco di Bonucci che prova ad intervenire sul pallone (non toccandolo) ma che partecipa comunque all'azione ostacolando l'avversario e trasformando quindi l'offside in 'attivo'. Una decisione, presa dal direttore di gara dopo il consulto con il VAR e la visione delle immagini al monitor, che si è arricchita di polemiche anche per la posizione di Candreva, che secondo Sky Sport tiene in gioco il difensore bianconero e non è stato considerato dal VAR, dove in teoria è però presente il 'campo largo'.

A prescindere da tutto, il regolamento IFAB parla chiaro: Juventus-Salernitana, in ogni caso, non potrà essere rigiocata perché nessun malfunzionamento o errore al VAR può essere considerato "errore tecnico" e portare alla invalidazione di una partita.

Quello accaduto all'Allianz Stadium è un episodio simile a quanto successo nella passata stagione in occasione in Spezia-Lazio: in quel caso fu convalidato dal VAR un gol di Acerbi in posizione di fuorigioco. Anche in quel caso, per quanto previsto dal protocollo, la partita non è stata ripetuta.

facebooktwitterreddit