Juventus

Perché la Juventus non deve prendere Zaniolo al posto di Dybala

Giovanni Benvenuto
Nicolò Zaniolo
Nicolò Zaniolo / Silvia Lore/GettyImages
facebooktwitterreddit

I rumours su Paulo Dybala non accennano a placarsi. Il rinnovo della Joya tarda ad arrivare, con la Juventus che ora starebbe sondando il terreno per un eventuale sostituto dell'argentino. Stando alle ultime indiscrezioni quello più papabile sarebbe Nicolò Zaniolo: il centrocampista e attaccante della Roma non ha ancora prolungato il suo attuale contratto coi giallorossi.

Dopo le dichiarazioni enigmatiche di Tiago Pinto, il futuro del calciatore sembrerebbe essere un punto interrogativo. La Juventus studia il colpo con i tifosi che si pongono questa domanda: è giusto investire su Zaniolo per il dopo-Dybala?

Nicolò Zaniolo
Nicolò Zaniolo / Ivan Romano/GettyImages

Zaniolo, oltre ad essere un trequartista, può giocare in diverse zone del campo. In un 4-2-3-1 di Allegri potrebbe anche giocare come esterno offensivo, e perché no? In caso di ritorno al 4-4-2 come seconda punta al fianco dell'ormai perno del reparto d'attacco Dusan Vlahovic.

Zaniolo ha caratteristiche diverse rispetto a Dybala: se il secondo fa "da ponte" tra mediana e attacco nel ruolo di regista avanzato, il primo è più propenso al gioco offensivo e alle ripartenze sulle corsie.

Paulo Dybala
Paulo Dybala / Marco Canoniero/GettyImages

L'italiano è sicuramente uno dei profili più appetibili non solo sul mercato ma anche tatticamente vista la sua versatilità. Le sue qualità stuzzicano adesso la dirigenza bianconera, anche per i costi non eccessivi dell'operazione. Un profilo polivalente capace di destreggiarsi in campo a seconda del modulo e delle direttive dell'allenatore. Unico neo? I "muscoli di seta" che più volte l'hanno tenuto lontano dal campo

Continua ad esserci lo spettro della separazione tra Dybala e la Juventus, ma in questi casi forse potrebbe essere più opportuno blindare l'argentino. E' vero: Zaniolo è un ottimo profilo, ma la sua fragilità e le qualità ibride potrebbero non incastrarsi alla perfezione in un modulo che starebbe già prendendo forma. Insomma, tra i due forse meglio l'attuale numero dieci bianconero. Per continuare una storia iniziata nel 2015 e per avere sempre più imprevedibilità e fantasia sul campo.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit