Serie A

Le (nostre) percentuali sul futuro capocannoniere della Serie A

Lorenzo Mariantoni
Pallone ufficiale della Serie A Tim
Pallone ufficiale della Serie A Tim / Pier Marco Tacca/GettyImages
facebooktwitterreddit

Chi sarà il capocannoniere della Serie A al termine della stagione 2021-22? Chi prenderà lo scettro conquistato da Cristiano Ronaldo la scorsa annata calcistica?

Chi è il favorito? Al momento la classifica marcatori della Serie A vede Ciro Immobile in testa con 7 reti realizzate in queste prime otto giornate (l'attaccante laziale ha però disputato sette match), seguito a breve distanza (a sei gol) da Edin Dzeko e Joao Pedro, rispettivamente attaccanti di Inter e Cagliari.

Riusciranno a mantenere questo ritmo fino a fine stagione? Centravanti come Lautaro e Osimhen, ora fermi a 5 reti, riusciranno tenere il passo? Impossibile saperlo in anticipo, ma noi di 90min abbiamo voluto provare a dare le percentuali e abbiamo stilato la classifica dei possibili capocannonieri della Serie A 2021-22.

I cinque possibili vincitori del premio

1. Ciro Immobile, Lazio 25%

Ciro Immobile
Ciro Immobile, SS Lazio / Giuseppe Bellini/GettyImages

Non potevamo non inserirlo. Ciro Immobile, 31 anni di Torre Annunziata. L'attaccante biancoleceste non ha bisogno di particolari presentazioni in quanto si è aggiudicato il titolo di Capocannoniere per tre volte nella sua carriera (2013-2014, 2017-2018 e 2019-2020).

Ciro è una vera e propria macchina da gol capace di mettere a segno, durante la stagione 2019-2020 addirittura 36 reti eguagliando il record di Gonzalo Higuain, registrato dall'attaccante argentino durante il campionato 2015-2016.

Vi faccio una domanda: ricordate da chi era allenato quella stagione Higuain? Ve lo dico io: era allenato da un certo Maurizio Sarri con cui ora Immobile condivide idee tattiche e soluzioni di gioco. L'allenatore toscano sa come far rendere al meglio i suoi attaccanti e Immobile sotto porta è un cecchino.

In molti potrebbero pensare che il suo mirino si sia oscurato ma non è così, perché Immobile nell'ultima giornata appena trascorsa ha messo a segno il suo settimo centro in stagione. Battendo, per il momento, solamente tre rigori.

Infatti è tra i favoriti per aggiudicarsi il titolo di Capocannoniere della Seria A. I bookmakers quotano la sua vittoria a 3,25. Per non sbagliare anche noi ci fidiamo del destro magico di Ciro. Qui a fine campionato per scoprire se avevamo ragione o meno.

2. Lautaro Martinez, Inter 25%

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez, FC Internazionale / Nicolò Campo/GettyImages

E qui tutti ci staremo ponendo lo stesso quesito: Lautaro dopo l'addio di Lukaku potrà garantire lo stesso numero di gol del belga? La risposta è probabilmente sì. Vi spiego: Lautaro quest'anno è il vero perno dell'attacco neroazzurro.

Tutti sappiamo che Dzeko, dall'alto della sua classe, vuoi per l'età che avanza, vuoi perché magari Inzaghi lo risparmierà per qualche partita, non potrà garantire i gol necessari a mantenere l'Inter nelle zone alte della classifica.

El Toro è chiamato ad eleggersi faro e attaccante infallibile nello scacchiere nerazzurro. Visto che le statistiche sono per pochi ve ne sottopongo un'altra: Inzaghi, durante la sua esperienza sulla panchina laziale, ha fatto alzare il premio di capocannoniere al suo attaccante per ben due volte.

Esattamente, gli allenatori sanno come valorizzare le proprie pedine e se Lautaro si metterà nelle mani di Inzaghi, perché il ragazzo di Bahìa Blanca cuore e anima li lascia sempre sul prato verde, potrà veramente fare la differenza.

Ultimo dato interessante: nelle prime otto giornate di campionato l'attaccante argentino non ha timbrato il cartellino solamente due volte (Fiorentina e Lazio), per il resto ha sempre superato l'estremo difensore avversario. Lautaro si rivelerà un goleador? Il tempo saprà darci una risposta. I bookmakers intanto fissano la sua quota a 6,50.

3. Victor Osimhen, Napoli 20%

Victor Osimhen
Victor Osimhen, SSC Napoli / Giuseppe Bellini/GettyImages

Il velocista, la lepre, il ghepardo è stato soprannominato in tutti i modi Victor Osimhen però mai goleador. Invece, nella nostra personalissima classifica si piazza un gradino sotto gli altri due per un motivo semplicissimo. Da gennaio sarà impegnato per la Coppa d'Africa e salterà diversi match di Serie A.

L'attaccante nigeriano ha tutte le carte in regole per trasformarsi nell'attaccante letale che vede in lui Luciano Spalletti.

Victor si sta specializzando per essere tante cose durante i 90', perché in lui i suoi compagni vedono un faro quando le cose si fanno difficili, un regista quando bisogna impostare l'azione dal basso e un finalizzatore come ha dimostrato al minuto 81 dell'ultimo match vinto dai partenopei contro il Torino.

I betting analyst quotano la sua vittoria di Capocannoniere a 5,00. Le sue reti in campionato finora sono quattro senza alcun rigore tirato. Staremo a vedere quanto Victor terrà fede alle sue statistiche e quante reti realizzerà durante questa stagione. Una cosa è certa: sa fare gol in tutti i modi.

4. Duvan Zapata, Atalanta 15%

Duvan Zapat
Duvan Zapata, Atalanta BC / Gabriele Maltinti/GettyImages

"Sono contento per aver raggiunto i 100 gol in Serie A, ma la cosa più importante è aver vinto e conquistato i tre punti".

Queste le sue dichiarazioni al termine della vittoria in trasferta contro l'Empoli. Duvan Zapata gioca in Italia dal 2013 e, calcisticamente parlando, ha impiegato solamente sei stagioni per raggiungere quota 100 gol in Serie A.

Gioca all'Atalanta dalla stagione 2018-2019 e solo in quell'occasione ha siglato più di 20 reti, 23 per essere precisi. Zapata è un attaccante talmente tanto importante nel suo club che quando non c'è non solo si sente ma si vede proprio. La squadra allenata da Gasperini quando lui è in campo parte sempre con almeno un gol di vanatggio.

Finalizzatore e assist man, lo scorso anno sono stati 15 i gol, 9 gli assist con 37 presenze all'attivo. In questo inizio di stagione ha faticato un po' per via dell'infortunio che, ora, sembra aver superato alla grandissima.

In occasione dell'ultima giornata giornata di campionato ha siglato il quarto gol. L'ultimo gradino lo salirà al Theatre of Dreams e chissà magari un gol lo metterà a segno anche lì.

Per il momento i bookmakers lo quotano tra i 9,00 e i 7,50 per il titolo di capocannoniere della Serie A sintomo che anche loro hanno pareri contrastanti sulle qualità da marcatore del classe '91.

5. Dusan Vlahovic, Fiorentina 15%

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic, Fiorentina / Gabriele Maltinti/GettyImages

Potremmo considerarla quasi come una scommessa. Di certo il ragazzo sa il fatto suo perché sotto porta ha una concretezza che ricorda i migliori attaccanti, il problema è il contesto che Dusan Vlahovic vive in questo momento. Gli affari extra-campo sembrano avere la meglio sulle doti dell'attaccante classe 2000.

Forte di testa e abile con i piedi, all'attaccante viola non mancano i margini di crescita, basti pensare a quanto è cresciuto fisicamente nelle ultime stagioni.

Ha bisogno solamente di un po' di tranquillità perché ora a Firenze il suo nome viene accostato al più classico dei traditori.

La sua quotazione si aggira intorno all'8,50 e nelle ultime due apparizioni non ha fatto segnare il suo nome nel registro delle reti segnate. Le sue reti, al momento sono quattro con tre rigori realizzati. Dusan ha le qualità e vedremo come verrà gestito nel prossimo futuro.


Qual è il premio per il Capocannoniere di Serie A?

Paolo Rossi
Paolo Rossi, con la maglia della Juventus / Alessandro Sabattini/GettyImages

L'Associazione Italiana Calciatori ha annunciato tramite comunicato, lo scorso 3 agosto 2021:

"Pablito è stato l'unico giocatore nella storia del calcio italiano ad aver vinto consecutivamente la classifica cannonieri in Serie B con 21 gol nella stagione 1976/77 con il Vicenza, per poi riconfermarsi nella stagione successiva in serie A e vincere il titolo di capocannoniere al Mondiale di Spagna 1982 con 6 reti" .

Così ha deciso di intitolare il premio di capocannoniere a Paolo Rossi.

Il trofeo, che verrà ritirato dal vincitore dello scorso anno Cristiano Ronaldo, spicca anche per il look innovativo ed eclettico, costituito da un pallone di plexiglass trasparente, impreziosito da due dischi, uno dei quali placcato in oro, con al centro la foto di Paolo Rossi. Ventinove, stesso numero di gol messi a segno dal fuoriclasse portoghese, sono invece i diamanti incastonati nell'artefatto.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit