MLS

Partnership da 2,4 miliardi di euro (in 10 anni) tra Apple e MLS

Marco Deiana
La MLS sarà esclusiva Apple
La MLS sarà esclusiva Apple / Mark Brown/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dal 2023 al 2033 la MLS sarà una esclusiva Apple. La lega statunitense ha deciso di legarsi all'azienda di Cupertino per la distribuzione delle partite di campionato e della coppa di lega, che quindi saranno visibili senza doversi abbonare al classico pacchetto proposta dalla pay TV di turno.

Per gli abbonati a Apple TV+ non ci sarà nessun costo aggiuntivo e sono in programma anche alcune partite visibili gratuitamente per i non abbonati. Ci saranno ancora sei mesi per scoprire l'organizzazione della MLS e di Apple.

I dettagli della collaborazione tra MLS e Apple

Come riportato da Calcio & Finanza, la partnership tra Apple e MLS porterà nelle casse delle lega statunitense almeno 2,4 miliardi di euro in dieci anni (240 milioni di euro l'anno, circa). Questa si tratta di una cifra minima, garantita dall'azienda di Cupertino ma che potrebbe aumentare. Il motivo? Come sottolineato da Don Garber, commissario della MLS, non si tratta di un accordo tradizionale di cessione dei diritti televisivi, ma può essere definitiva più una partnership tra le due aziende con l'obiettivo di costruire insieme un abbonamento per i fan. La lega statunitense si è assicurata un guadagno minimo, ma se tutto dovesse andare per il verso giusto, la cifra è destinata ad alzarsi.

La dirigenza della MLS ha confermato che per ora non è stato ancora stabili un prezzo per l'abbonamento, con una certezza: gli abbonati MLS non avranno costi aggiuntivi per l'accesso al pacchetto (che comprenderà anche MLS Next Pro e MLS Next). Inoltre la lega statunitense produrrà le sue partite, generando quindi un ulteriore investimento ma ciò permetterà di aumentare le innovazioni tecnologiche.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit