Parma-Inter 1-2, le pagelle nerazzurre: tante insufficienze, Bastoni il migliore

Alessandro Bastoni
Parma Calcio v FC Internazionale - Serie A | Emilio Andreoli/Getty Images

L'Inter, dopo aver rischiato di tornare a casa con 0 punti, rimonta il Parma e vince grazie a due difensori, de Vrij e Bastoni. Una vittoria importante soprattutto per mantenere il terzo posto. Ricacciata l'Atalanta a - 4.

Handanovic 6: Non può nulla sul gol di Gervinho nè sulle altre occasioni del Parma. Bravo sul tiro velenoso di Kulusevski all'inizio del secondo tempo.

D'Ambrosio 4,5: Il peggiore del primo tempo. Prima lascia scorrere il pallone in occasione del gol di Gervinho, poi si fa saltare ancora dall'ivoriano nell'azione che porta Cornelius a tu per tu con Handanovic.

De Vrij 6: Si vede insolitamente poco in fase di impostazione e non fa buona copertura sul suo uomo, Cornelius. Il danese, infatti, si trova in più di un'occasione libero di calciare. Si fa perdonare con il gol del pareggio.

Godin 6: L'unico positivo in difesa. Contiene bene Kulusevski e, non contento, si propone in fase offensiva. Se un fuorigioco millimetrico non glielo avesse impedito, avrebbe anche il merito di aver portato a casa un penalty. Inoltre sembra più a suo agio di D'Ambrosio e Ranocchia nella difesa a tre. La domanda viene da sè allora: perchè gioca poco?

dal 73' Bastoni 7: Entra bene, prova a dare il suo contributo in attacco con lanci e inserimenti. Pecca in precisione, ma, successivamente, fa il gol dell'ex, indirizzando i tre punti verso Milano.

Candreva 5: Timido in fase offensiva, male in quella difensiva. Come D'Ambrosio lascia che il pallone arrivi sui piedi di Gervinho in occasione del gol. Non contento, nella stessa azione, si fa saltare dall'ex Arsenal, sbaragliandogli la strada per la rete.

dal 68' Moses 6,5: Inizia male, poi mette due cross. Due gol.

Barella 6,5: Era in forse prima dei match per problemi fisici, ma non sembra. E' il solito motorino infaticabile e, anzi, in assenza di Brozovic, si trova spesso a dare inizio all'azione.

Gagliardini 5,5: Ha il merito di provarci. Cerca di recuperare palla e, in due occasioni, tenta anche la via della rete per riscattare l'errore contro il Sassuolo. Tuttavia spesso si allarga lasciando una voragine in mezzo al campo.

Biraghi 5.5: Si propone continuamente in fase offensiva e mette anche cross invitanti, anche se imprecisi. Ha il demerito di lasciare a Kulusevski troppa libertà in occasione del gol di Gervinho.

dal 68' Ashley Young 5,5: Si vede poco e male. Sbaglia anche l'occasione del possibile 1-3.

Eriksen 5.5: Abulico. Dopo la prova incolore contro il Sassuolo, fa il bis anche a Parma. Sembra il giocatore visto prima dello stop anche se, come parziale giustificazione, bisogna dire che non è nemmeno messo nelle condizioni adatte per brillare.

dal 68' Sanchez 6,5: Dà la sveglia ai compagni.

Lukaku 5,5: La sua partita inizia con un passaggio arretrato che finisce per servire Cornelius. E' il preludio a una prestazione deludente. E' vero, viene servito poco e spalle alla porta, ma non si accende quasi mai. Inoltre non riesce a mandare il pallone in rete su un cross basso invitante di Candreva, mancando completamente il pallone.

Lautaro Martinez 6: Nei primi minuti è l'unico che ci prova. Prima con un mancino debole, poi con un tiro al volo a cui solo un intervento di Laurini nega il gol. Continua a lottare, ma è difficile quando i tuoi compagni sono in serata no.

dal 89' Borja Valero s.v

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!