Paquetà flirta col Flamengo? I "Rubronegros" ringraziano il Milan...48 milioni di volte

Emilio Andreoli/Getty Images

In italiano si dice nostalgia, ma sicuramente è molto più famoso il termine "saudade". Quella che vivono i brasiliani quando si allontanano dalla loro terra, la stessa che ha avvolto anche Lucas Paquetà dopo gli ottimi inizi con la maglia del Milan. Il trequartista non sembra più rientrare nei piani rossoneri, come ha già fatto sapere Ralf Rangnick, l'allenatore designato al posto di Stefano Pioli per la prossima stagione. Ma le sirene di mercato, per il calciatore, si erano già accese nei mesi scorsi.

SPAL v AC Milan - Serie A
Chris Ricco/Getty Images

Qualche giorno fa è stato lo stesso Paquetà a riprendere il filo che lo lega al Flamengo, squadra da cui è arrivato in Italia. Sui social il brasiliano aveva smentito il possibile approdo ai rivali del Mengao: "Non andrò al San Paolo, il mio cuore è solo per il Flamengo". Un segnale forte alla dirigenza, quasi a dire "riportatemi a casa". Ma il suo cartellino è stato pagato dal Milan ben 38 milioni di euro, e la dirigenza rossonera (quella italiana) non è assolutamente intenzionata a fare sconti. Anche perchè il Flamengo si gode ancora i quasi 50 milioni di euro totali incassati dal Milan con le cessioni dello stesso trequartista e del difensore Leo Duarte: soldi che hanno permesso ai Rubronegros di riscattare Gabigol e acquistare gente come Gerson e Thiago, calciatori che hanno propiziato la nuova "esplosione" dei Mengao.

Leo Duarte
Marco Luzzani/Getty Images

La morale della favola è una sola: il Flamengo riprenderebbe entrambi i calciatori molto volentieri. Ma solo e soltanto in prestito. Ma tutto questo rimarrà solo una voce, perchè il Milan è deciso a rientrare dell'investimento fatto per Paquetà e Duarte.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!