Napoli

Il pagellone del Napoli nel girone d'andata

Alessio Eremita
Napoli
Napoli / Francesco Pecoraro/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Napoli chiude il 2021 con un unico auspicio: riportare lo Scudetto allo stadio Diego Armando Maradona. I risultati stanno in parte dando ragione all'operato di Luciano Spalletti, in guerra (sportiva, s'intende) contro la sua ex Inter per regalare un'altra gioia al popolo azzurro che fin dal primo istante lo ha accolto con il giusto entusiasmo. Come è andata sin qui la stagione dei partenopei? Ecco il pagellone con i voti ai calciatori e anche all'allenatore.


ALEX MERET 6 - Un gol subito in due partite, la media è discreta. Purtroppo il giovane talento italiano è la riserva di Ospina e difficilmente potrà accrescere il proprio score.

Alex Meret
Alex Meret / Chris Brunskill/Fantasista/GettyImages

DAVID OSPINA 7 - Prima con Gattuso, ora con Spalletti. Ospina è il portiere che dà più garanzie ai propri allenatori nonostante l'età e la scarsa prospettiva futura. Onore a lui per l'arduo compito di difendere i pali di una squadra che ambisce a qualcosa di importante.

David Ospina
David Ospina / Francesco Pecoraro/GettyImages

KALIDOU KOULIBALY 7 - Il trentenne senegalese ha concluso l'anno solare con un infortunio muscolare che lo ha costretto a saltare le ultime partite di campionato. Analizzando il suo rendimento, gran parte del merito gli va attribuito se il Napoli si ritrova ai piani alti della classifica.

Kalidou Koulibaly
Kalidou Koulibaly / Ivan Romano/GettyImages

AMIR RRAHMANI 7 - È sorprendente l'expolit dell'ex centrale del Verona, in grado di annotare anche tre reti alla voce dei gol fatti. Una stagione in crescendo, e il punto di arrivo è ancora lontano.

Amir Rrahmani player of Napoli, during the match of the...
Amir Rrahmani / Vincenzo Izzo/GettyImages

KOSTAS MANOLAS 4 - Impiegato solamente quattro volte da Spalletti, il difensore greco non ha perso l'occasione e ha fatto le valigie per la Grecia: è dell'Olympiacos e non sarà un grande rimpianto per i tifosi del Napoli.

Konstantinos Manolas
Kostas Manolas / Getty Images/GettyImages

JUAN JESUS 6,5 - Esattamente come Rrahmani, Juan Jesus si è rivelato una bella scoperta per l'ambiente azzurro al netto dell'ultimo episodio con lo Spezia. Il brasiliano è in cerca di riscatto dopo essere stato emarginato dalla Roma.

Juan Jesus
Juan Jesus / Francesco Pecoraro/GettyImages

FAOUZI GHOULAM 6 - Delle tre partecipazioni in Serie A, ci si ricorda dell'ottima prestazione offerta contro il Milan. Va bene così per ora, ma dovrà rendersi più partecipe prossimamente per diventare un elemento importante.

Faouzi Ghoulam
Faouzi Ghoulam / Francesco Pecoraro/GettyImages

MARIO RUI 7 - Il suo nome passa spesso inosservato. Se però guardiamo il campo, l'apporto del terzino portoghese alla causa partenopea è ammirevole. Attenzione all'esuberanza, che in alcuni casi può giocare brutti scherzi.

Mario Rui
Mario Rui / Francesco Pecoraro/GettyImages

GIOVANNI DI LORENZO 7,5 - Cosa dire del campione europeo con la Nazionale? Il difensore sta maturando a vista d'occhio e, grazie all'esperienza internazionale fatta in questi anni, amministra la fascia di appartenza con personalità e capacità.

Giovanni Di Lorenzo
Giovanni Di Lorenzo / Francesco Pecoraro/GettyImages

KEVIN MALCUIT 6 - Avvio turbolento per via di numerose critiche, poi un percorso in lenta risalita. Ci sono stati spiragli che fanno ben sperare in vista della seconda parte di stagione.

Kevin Malcuit
Kevin Malcuit / Emilio Andreoli/GettyImages

ANDRE ZAMBO-ANGUISSA 7,5 - Ah, come gioca Anguissa! Un piacere vederlo dettare i tempi in mezzo al campo, un peccato averlo perso per alcune partite. Applausi sia all'ex Fulham per il rendimento sia alla società per averlo acquistato senza troppo clamore.

Andre Zambo Anguissa
Andre Zambo Anguissa / Nicolò Campo/GettyImages

DIEGO DEMME 5 - Il tedesco non sta ingranando, sembra essere un pesce fuor d'acqua in una vasca piena di squali. Se continua così, verrà presto sbranato.

Diego Demme
Diego Demme / Nicolò Campo/GettyImages

STANISLAV LOBOTKA 7 - Oggetto misterioso per tanto, troppo tempo. Era il momento di uscire allo scoperto e Lobotka lo ha fatto. Malgrado le apparenze, il pallone tra i piedi dello slovacco viaggia silenzioso e leggiadro.

Stanislav Lobotka
Stanislav Lobotka / Ivan Romano/GettyImages

FABIAN RUIZ 6,5 - I cinque gol finora messi a referto gli garantiscono mezzo voto in più della sufficienza. Il centrocampista spagnolo, però, non sta rendendo al massimo delle proprie potenzialità. Cercasi fantasia.

Fabian Ruiz
Fabian Ruiz / Ivan Romano/GettyImages

ELJIF ELMAS 7,5 - Il macedone sta attraversando un periodo d'oro con la maglia del Napoli. Due reti per il centrocampista, ma quanta sostanza sul fronte offensivo: dà estro e ottimi palloni a tutto il reparto, non deve assolutamente calare. È stato uno dei migliori, non c'è dubbio.

Italian Serie A - AC Milan vs SSC Napoli
Eljif Elmas / Anadolu Agency/GettyImages

PIOTR ZIELINSKI 8 - È l'ambasciatore del Napoli. La sua intelligenza calcistica lo ha portato in cattedra, è stato e sarà il professore che guiderà i suoi allievi verso le loro ambizioni. In più ha portato cinque gol nelle casse azzurre in campionato, al pari di Fabian Ruiz.

Piotr Zielinski
Piotr Zielinski / Nicolò Campo/GettyImages

LORENZO INSIGNE 7 - Capitan presente (in attesa di conoscere il suo futuro) rappresenta l'anima del Napoli. Per Insigne sono quattro i gol all'attivo, conditi talvolta da ottime prestazioni. Purtroppo a fermarlo sono stati alcuni acciacchi fisici che, si spera, non comprometteranno forse gli ultimi mesi in azzurro.

Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne / Francesco Pecoraro/GettyImages

MATTEO POLITANO 6,5 - La concretezza sotto porta non è il suo forte, ma l'esterno offensivo si è mostrato indispensabile per il Napoli nei finali di gara: la sua rapidità di movimento e la genialità tecnica lo hanno reso spesso una spina nel fianco per gli avversari nel loro momento di maggior stanchezza fisica.

Matteo Politano
Matteo Politano / Francesco Pecoraro/GettyImages

DRIES MERTENS 8 - Che delizia vederlo dipingere capolavori. Che giochi 90 minuti o 10 secondi, Mertens ha il bellissimo vizio di lasciare il segno. I suoi gol, inoltre, non sono mai banali. Mezzo voto in più per le dichiarazioni pubbliche d'amore verso Napoli, con un contratto che potrebbe non essere rinnovato.

Dries Mertens
Dries Mertens / Nicolò Campo/GettyImages

HIRVING LOZANO 6,5 - Lozano sì, Lozano no? Nì! Il messicano ha alternato prove di tutto rispetto ad altre a dir poco deludenti. Va bene prendere il pallone a centrocampo e impressionare il pubblico, ma qualche volta sarebbe meglio correre di meno e segnare di più.

Hirving Lozano
Hirving Lozano / Jonathan Moscrop/GettyImages

ADAM OUNAS 7 - Non ha fatto cose eccezionali, ma ha dimostrato di poter far parte del progetto Napoli. Da subentrante ha garantito fantasia, dinamismo e qualche giocata di livello. Finalmente ha trovato la sua dimensione.

Adam Ounas
Adam Ounas / Francesco Pecoraro/GettyImages

VICTOR OSIMHEN 7,5 - Instancabile e letale davanti alla porta, purtroppo fragile dal punto di vista fisico. Anche in questa stagione l'attaccante nigeriano ha sofferto fastidi muscolari e quella terribile botta allo zigomo contro l'Inter che gli ha fatto terminare in anticipo il girone d'andata.

Victor Osimhen
Victor Osimhen / Marco Canoniero/GettyImages

ANDREA PETAGNA 6,5 - I numeri non lo confortano (un gol in quindici presenze), ma il lavoro sporco di Petagna là davanti non è da sottovalutare. È un jolly che in alcune partite va lasciato in panchina e in altre va messo in campo per tenere palloni e dare fisicità al reparto offensivo.

Andrea Petagna
Andrea Petagna / Jonathan Moscrop/GettyImages

Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit