Opinioni

Gli Oscar del mercato invernale 2022

Andrea Gigante
Serie A
Serie A / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il calciomercato si è chiuso ormai da qualche ora ed è già tempo di tirare le somme. Nel mese di gennaio i vari club di Serie A le hanno provate tutte pur di rinforzarsi: hanno speso decine e decine di milioni, hanno portato avanti trattative estenuanti, oppure hanno piazzato colpi che nessuno si sarebbe aspettato.

Certo, manca ancora un po' di tempo agli Oscar, ma Hollywood non si arrabbierà se lo precediamo di un mesetto.

L'acquisto più costoso

Qui non c'è davvero sfida. Con i 70 milioni di euro versati nelle casse della Fiorentina, il trasferimento di Dusan Vlahovic alla Juventus è ufficialmente il più costoso di questa sessione di calciomercato. Come corollario di questo premio, merita una menzione d'onore anche Maurizio Arrivabene, mattatore del mese di gennaio che è riuscito a riportare entusiasmo in una tifoseria spenta come quella bianconera.

L'acquisto più difficile

Visto che all'Inter non riusciva più a trovare spazio, sembrava tutto facile per un trasferimento in prestito di Stefano Sensi alla Sampdoria. Poi però l'infortunio di Correa e il supergol segnato all'Empoli hanno portato i nerazzurri a rivedere la decisione. Il tempo trascorreva e nel frattempo Sensi continuava a scaldare la panchina di San Siro. A quel punto, Marotta e Ausilio hanno ceduto e con diverse settimane di ritardo l'affare si è concluso.

L'acquisto inaspettato

Era possibile rinforzare una corazzata come quella nerazzurra? A dicembre pensavamo di no, ma Beppe Marotta ha fatto un ennesimo miracolo, portando Robin Gosens all'ombra del Duomo. Inoltre, mai ci saremmo aspettati di vedere il tedesco lasciare l'Atalanta già in questa sessione di mercato. D'altronde, chi comprerebbe un giocatore infortunato?! Quando tornerà al 100% Gosens si rivelerà un grande acquisto, su questo non ci piove.

La cessione impensabile

Che quello di Samuele Ricci sarebbe diventato un nome caldo in ottica calciomercato era prevedibile, ma come mai l'Empoli l'ha ceduto già a gennaio? Non poteva aspettare la fine del campionato e magari sperare di incassare qualche milione in più? E poi, ci saremmo aspettati di vedere Ricci in una big o comunque in una squadra da medio alta classifica, non di certo al Torino che, ora come ora, è più o meno sullo stesso livello dei toscani.

Il mancato acquisto più clamoroso

Nahitan Nández
Nahitan Nández / Enrico Locci/GettyImages

Con gli addii di Caceres e Godin pensavamo che con la cessione di Nahitan Nandez il Cagliari potesse completare la sua operazione uruguaiana. In effetti, il centrocampista è scontento dall'estate scorsa e il campionato disputato fin qui è ben al di sotto delle aspettative: i presupposti per una sua cessione c'erano tutti. Su di lui si erano mosse Juventus e Roma, ma per un motivo o per l'altro, Nandez è rimasto in Sardegna dove proverà a dare il suo contributo per la salvezza.

La poltrona d'oro

AS Roma v CSKA Sofia: Group C - UEFA Europa Conference League
Amadou Diawara / Giampiero Sposito/GettyImages

La "poltrona d'oro" è un premio assegnato a quel giocatore che, pur di continuare a percepire il suo ricco ingaggio, è disposto a rimanere tutto il tempo in panchina. In questa sessione di mercato, la Roma ha fatto di tutto per liberarsi di Amadou Diawara, ma lui ha rifiutato ogni offerta che gli venisse recapitata. Alla fine il Venezia ha puntato su altri profili e il guineano resterà nella Capitale per la gioia di tutti i tifosi giallorossi.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit