Primo Piano

Mancini: "Brava Italia, ora pensiamo alla Svizzera. Chiesa? Bene sia a sinistra che a destra"

Omar Abo Arab
Roberto Mancini
Roberto Mancini / Claudio Villa/GettyImages
facebooktwitterreddit

Una buona prestazione, eccetto i minuti finali, ha regalato all'Italia il 2-1 al Belgio (in gol Barella, Berardi e De Ketelaere) e il terzo posto in Nations League nella "finalina" dell'Allianz Arena. Una gara che il Commissario Tecnico Roberto Mancini, ai microfoni della Rai ha commentato così: "Stessa Italia dell'Europeo? Lo era anche contro la Spagna, ma in dieci è difficile giocare le partite. È chiaro che ci ha creato quel problema lì, sennò sarebbe stata una partita come oggi, dove i ragazzi hanno giocato molto bene: sono stati bravi".

Domenico Berardi
La festa degli Azzurri dopo il rigore di Berardi / Claudio Villa/GettyImages

A centrocampo l'Italia ha grande varietà di interpreti: "Abbiamo diverse soluzioni con giocatori con diverse qualità. Oggi hanno dimostrato di saper fare bene. Attacco col tridente? Chiesa può giocare senza difficoltà sia a destra che a sinistra, dove oggi ha fatto benissimo. Ma sono stati molto bravi anche Berardi e Raspadori, oltre a Kean subentrato". A novembre l'Italia aspetta la Svizzera allo stadio Olimpico per chiudere (o quasi) i discorsi di qualificazione al Mondiale del 2022 in Qatar: "Stadio pieno contro la Svizzera? Aspettiamo tanti tifosi, questo è sicuro" ha chiosato il Ct Mancini.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit