Napoli

Il Napoli perde pezzi: dopo Osimhen, infortunio anche per Anguissa

Marco Deiana
Andre Zambo Anguissa
Andre Zambo Anguissa / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Piove sul bagnato in casa Napoli. Dopo la sconfitta (la prima in campionato) in casa dell'Inter e l'infortunio di Osimhen, Luciano Spalletti perde un'altra pedina fondamentale nel suo 4-2-3-1: André Frank Zambo Anguissa. Il centrocampista ex Fulham, ora in prestito al club partenopeo, ha concluso la partita di San Siro ma ha avvertito una forte fitta all'adduttore. Gli esami di questa mattina hanno evidenziato una lesione distrattiva del grande adduttore sinistro.

In poche parole, Spalletti dovrà rinunciare ad Anguissa per almeno due-tre settimane. Il giocatore ha già iniziato la riabilitazione ma non potrà essere a disposizione prima di Milan-Napoli del prossimo 19 dicembre.

Anguissa si aggiunge a Osimhen, che dopo uno scontro di gioco con Skriniar ha riportato fratture multiple scomposte dell'orbita e dello zigomo sinistro. Per lui l'assenza è di almeno un mese, anche se la speranza è di averlo a disposizione - con una maschera protettiva - già a fine dicembre per il match contro lo Spezia. Ma questa è solo una speranza. Infatti il rischio è che il giocatore possa andare direttamente in Coppa d'Africa o - ancora peggio, per lui - potrebbe saltare la manifestazione per via dell'infortunio. Qualche certezza in più arriverà dopo l'operazione.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit