La moviola di Milan-Genoa

Stefano Bertocchi
Apr 19, 2021, 9:43 AM GMT+2
Scamacca durante uno scontro di gioco a San Siro
Scamacca durante uno scontro di gioco a San Siro / Claudio Villa/Getty Images
facebooktwitterreddit

Il Milan vince lo scontro casalingo contro il Genoa (2-1 il punteggio finale) e strappa altri punti importanti per la zona Champions League, accorciando anche di due punti sull'Inter capolista (ora a +9) fermata sul pareggio a Napoli. La Gazzetta dello Sport oggi in edicola analizza gli episodi da moviola del lunch match di San Siro, definito dal quotidiano come una "partita tranquilla e senza episodi discussi che Calvarese gestisce con sicurezza".

Gianpaolo Calvarese
Calvarese in Milan-Genoa / Jonathan Moscrop/Getty Images

È solo uno, infatti, il cartellino giallo al 26’ mostrato dal direttore di gara durante la partita: quello nei confronti di Goldaniga che prova invano l’anticipo su Calhanoglu ma entra in ritardo e colpisce in maniera netta la caviglia del fantasista rossonero.

Il gol dell’1-0 siglato da Rebic al 13’ arriva dopo che una punizione dal limite di Theo Hernandez colpisce in pieno volto Strootman che si trova in barriera e si accascia a terra. "Calvarese avrebbe potuto fermare il gioco come previsto in caso di colpo al volto subito da un giocatore, ma tra la punizione di Hernandez e il tiro di Rebic passano soltanto circa tre secondi" precisa la rosea, che quindi reputa regolare la rete del vantaggio del Diavolo.

Segui 90min su Facebook.

facebooktwitterreddit