Juventus

Morata e il secondo addio alla Juve: si sente costretto ad andarsene

Alessio Eremita
Alvaro Morata
Alvaro Morata / Marco Canoniero/GettyImages
facebooktwitterreddit

Alvaro Morata si prepara al secondo addio alla Juventus, dopo quello del 2016. L'attaccante spagnolo non verrà riscattato dal club bianconero, a causa delle elevate condizioni economiche poste dall'Atletico Madrid, e farà inizialmente ritorno in Spagna. Poi spetterà al tecnico dei colchoneros Diego Simeone riflettere sul suo impiego in rosa, anche se le ultime voci parlano di un'avventura altrove per l'ex Chelsea.

Alvaro Morata
Alvaro Morata / Marco Canoniero/GettyImages

Per la Juventus sarà un estate rivoluzionaria. Morata si aggiunge a Paulo Dybala nell'elenco delle partenze illustri, che si estenderà anche ad altri esuberi. Una volta programmata la strategia in uscita, sarà tempo di investire in rinforzi. Il primo obiettivo è lo svincolato Paul Pogba, mentre per l'attacco andrà deciso il futuro di Moise Kean e convinto Angel Di Maria ad accettare la proposta dei bianconeri a seguito del mancato rinnovo contrattuale con il Paris Saint-Germain.

Secondo quanto riporta Tuttosport Morata sarebbe dispiaciuto di questo nuovo addio a quella che, di fatto, ritiene essere la sua seconda città: lo spagnolo si sente legato ai bianconeri e sarebbe rimasto più che volentieri, sentendosi a questo punto deluso dalla necessità di andarsene in seguito a una situazione più grande di lui.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit